Eur/Usd: in leggera flessione a 1,2920, mercoledì sera il FOMC

Dopo il forte ribasso evidenziato a inizio settembre il cambio eurodollaro sembra essersi stabilizzato vicino a quota 1,29

bg_federal_reserve_827681
Fonte Bloomberg

Crediamo che tale situazione possa essere solo una pausa di respiro per il cambio. Grande attesa per il meeting della FED. Mercoledì i riflettori saranno puntati verso gli Stati Uniti dove saranno annunciate le decisioni del FOMC, il braccio armato della Federal Reserve. Le nostre attese sono fissate per una continuazione del processo di tapering (acquisti mensili di titoli governativi dovrebbero passare da 25 a 15 mld di dollari) e per una Janet Yellen meno dovish rispetto alle precedenti riunioni. I recenti dati macro statunitensi hanno aumentato le aspettative su un prossimo cambio di rotta in politica monetaria da parte della Federal Reserve. Crediamo che un prossimo rialzo del costo del denaro negli States sia possibile solamente nel 2015 (primo trimestre).

Dal punto di vista tecnico di aspettiamo che l’eventuale rottura del supporto, situato a 1,2860, possa dare ulteriore forza alle pressioni ribassiste del trend di fondo, gettando le basi per una discesa verso 1,2750 e 1,2660, rispettivamente minimi dell’estate 2013 e di novembre 2012. Segnali di ripresa arriveranno, invece, solamente con il superamento della resistenza a 1,31.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.