Dollaro sotto i riflettori, ecco le attese in vista dei NFP

Rimane sotto stretta osservazione degli operatori il dollaro statunitense, in vista dei dati importanti che arriveranno dal mercato del lavoro alle 14.30. 

Si tratta di figure strategiche che in qualche modo comporteranno un riposizionamento degli operatori sul mercato, alla luce anche dei recenti commenti della governatrice della Fed, Janet Yellen.

I non farm payrolls oggi sono attesi in crescita di 200 mila unità. In realtà, vista l’accelerazione dell’economia a marzo, questi dati potrebbero risultare superiori alle attese. Se questa possibilità dovesse concretizzarsi, ci aspettiamo che gli acquisti sul dollaro dovrebbero intensificarsi in maniera sensibile. Gli operatori potrebbero percepire questi miglioramenti con un’anticipazione dell’inversione della politica monetaria espansiva della Fed. I movimenti sulla parte a breve del governativo Usa sembra indicare proprio questo.

Dati in linea o poco sotto le attese potrebbero non avere un impatto sulle scelte di politica monetaria della Fed, pertanto le pressioni di vendita sul dollaro Usa saranno contenute.

Interessante sarà quindi seguire il movimento del Dollar Index, che ieri è tornato ai massimi dal 27 febbraio (a 80,50), grazie soprattutto alla debolezza dell’euro. L’eventuale superamento di tale livello grafico sarebbe preludio per un ritorno verso i massimi di novembre, a 81,50. La resistenza qui è molto forte e solo una sua rottura darebbe spazio a un allungo verso 82,70, top di settembre. Primi di indicazioni di debolezza arriverebbero con il cedimento di 80, preludio per un ritorno sui minimi di marzo, a 79,25.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.