Dollaro, rimbalzo ancora in atto

Il rimbalzo del biglietto verde potrebbe durare ancora qualche seduta prima di riprendere la discesa.

bg_usd dollar united states new 9
Fonte: Bloomberg

Non è ancora il momento di tornare a vendere dollari. Il biglietto verde, che da inizio settimana ha recuperato terreno soprattutto verso euro e yen, potrebbe dare seguito ancora a questo movimento prima di riprendere la discesa. Qualche indicazione macro migliore delle attese (magari in arrivo dall'inflazione o dalle vendite al dettaglio venerdì) e l'aspettativa di un rialzo dei tassi della Fed a giungo potrebbe permettere tale rafforzamento.

Ad ogni modo, crediamo sia solo un movimento di breve respiro. Al momento, le incertezze che ruotano intorno all'amministrazione Trump portano gli operatori ad essere un po' cauti sull'effettiva capacità di portare a termine la sua politica fiscale ultra espansiva.

Dal punto di vista tecnico, il Dollar Index, dopo aver aggiornato nella notte di lunedì i minimi dall'elezione di Trump, sta cercando di rialzare la testa. Il rimbalzo è arrivato ora a un punto cruciale, dove passa la trend line rialzista che congiunge tutti i minimi del 2016, perforata ad aprile scorso. Solo un superamento di tale riferimento getterebbe le basi per un ritorno verso la trend line discendente in essere da inizio anno. Il test qui è strategico nel medio periodo.

Al momento, non crediamo che il dollaro abbia la forza di rompere tale resistenza. Le vendite potrebbero ripartire e riportare l'indice verso i minimi di inizio settimana, a 98,30 punti, e da qui anche più in basso, in direzione della linea che unisce i minimi di inizio anno.

US Dollar Basket
Fonte: piattaforma IG

Ipotizzando un ritorno dell'EUR/USD verso 1,14 entro il terzo trimestre dell'anno, è possibile che il Dollar Index possa scendere sino a 93 punti, minimi toccati più volte nel corso degli ultimi due anni, salvo la perforazione di maggio 2016.

Inizia a fare trading

Apri un conto e riceverai i segnali di trading dei nostri esperti.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.