Brexit, primi scontri tra Ue e UK

Theresa May respinge alcune linee guida della Ue sulla Brexit.

bg_pound GBP sterling 09
Fonte: Bloomberg

Iniziano a insorgere le prime incomprensioni tra l'Unione europea e il Regno Unito. Le linee guida sul processo di uscita del paese britannico dalla Ue ("Brexit"), dopo essere state approvate all'unanimità dai 27 Paesi Ue, sono state respinte in parte dal premier, Theresa May.

Gli aspetti più criticati hanno riguardato l'assicurazione dei diritti dei cittadini Ue e il rispetto degli impegni finanziari già assunti da Londra.

La May ha continuato a ribadire che è meglio nessun accordo che un accordo fatto male ed è necessario che il Regno Unito si sieda al tavolo dei negoziati con un premier forte. Per questo motivo ha deciso di indire le elezioni 8 giugno.

Questi primi scontri non promettono nulla di buono su ambo i fronti. Nessuno sembra essere disposto a fare un passo indietro, pertanto il processo potrebbe essere più lungo del previsto.

A questo punto, lo stallo politico potrebbe durare almeno sino all'8 giugno, quando una rielezione della May con numeri più alti potrebbe darle maggiore potere contrattuale ed aprire a una "very hard Brexit". Importante sarà anche il passaggio elettorale in Germania, dato che il futuro cancelliere ricoprirà un ruolo di prim'ordine nel negoziato.

La sterlina, intanto, sembra aver arrestato la sua forza. Il cambio EUR/GBP ha tenuto bene sull'area di 0,83, da cui è partito un tentativo di rimbalzo verso 0,85. La sosta su questi livelli potrebbe durare sino a quando non verrranno pubblicati sondaggi sul voto britannico. Non abbiamo ancora scartato del tutto la possibilità di rivedere questo cross a 0,90, soprattutto quando inizieranno ad arrivare le prime ripercussioni sull'economia reale.

Inizia a fare trading

Apri un conto e riceverai i segnali di trading dei nostri esperti.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.