Commodities

Driver dei mercati delle commodities

Quali forze guidano i mercati delle commodities?

I mercati delle commodities garantiscono una certa stabilità dei prezzi, soprattutto grazie ai contratti futures. Questi consentono infatti ai fornitori di stabilire il prezzo che realizzeranno sul loro prodotto in una data futura, per cui il prezzo rimane fissato anche per il compratore.

Quindi, i prezzi delle commodities quotati sul mercato sono spesso il prezzo dei futures per ogni materia prima: ossia, il prezzo al quale una materia prima verrà negoziata in un particolare momento. Di seguito riportiamo alcuni fattori che influenzano questi prezzi:

 

Domanda e offerta

Prendiamo il petrolio, tanto per fare un esempio. Se l'offerta di petrolio aumenta ma la domanda non cambia, il prezzo al barile diminuirà. Se invece il numero di persone che usano il petrolio aumenta ma i produttori non sono in grado di soddisfare questa domanda, il prezzo al barile aumenterà.

Fattori economici e politici

Sebbene le materie prime siano normalmente negoziate sui prezzi dei futures, gli eventi economici che si verificano ora influiranno sul livello di questi prezzi. Per esempio, l'agitazione politica in Medio Oriente provoca spesso l'oscillazione del prezzo dei futures sul petrolio dovuta alle incertezze dell'offerta.

Clima

Le materie prime agricole, come il frumento o il caffè, sono pesantemente influenzate dal tempo, che regola il raccolto. Un raccolto scarso si traduce in una bassa offerta, che causa l'aumento dei prezzi.

Il Dollaro

Le materie prime sono normalmente valutate in dollari e generalmente si muovono in senso opposto all'andamento di questa valuta. L'ascesa del dollaro svolge un'azione anti-inflazionistica ed esercita quindi una pressione ribassista sui prezzi delle materie prime. Allo stesso modo, la caduta del dollaro esercita una pressione rialzista sui prezzi delle materie prime.

 

Inflazione e prezzi delle commodities

Le commodities possono essere utilizzate come copertura naturale contro l'inflazione. In vista di un'imminente spinta inflazionistica, i prezzi delle commodities saliranno molto rapidamente. Spesso questo aumento è proprio il primo segnale di inflazione. Questo perché gli investitori sposteranno il denaro dagli investimenti che non offrono alcuna copertura contro l'inflazione ai mercati delle commodities, per proteggere i loro beni.

Trading sulle commodities

Esistono diverse modalità di investimento nelle materie prime.

 

Il mercato spot

Acquistare sul mercato spot, o cash, delle materie prime significa pagare il produttore della materia prima per la consegna immediata del prodotto fisico. Il prezzo spot è il prezzo corrente di mercato. In virtù delle elevate quantità negoziate, e della portata globale dei trade, standard predefiniti vengono implementati e verificati da organi indipendenti per consentire ai trader di eseguire gli scambi senza l'esigenza di ispezioni visive.

Contratti Futures

Si tratto di un accordo per scambiare una certa quantità di una materia prima in un dato momento futuro, a un prezzo concordato oggi. Il prezzo sarà un ‘prezzo forward’, che tiene conto delle oscillazioni prevedibili quali il costo del trasporto.

I contratti futures sono negoziati nelle apposite borse. Ogni contratto è un accordo tra due parti per scambiare una certa quantità di una materia prima in un dato momento futuro, a un prezzo concordato oggi. In effetti, segue il principio del ‘compra ora, paga e ritira più tardi’.

Dal lato dell'offerta, negoziando le materie prime attraverso i contratti forward, i fornitori sono in grado di stabilire il prezzo delle loro materie, prima di poterle consegnare al consumatore. Questa operazione consente anche di fissare il prezzo futuro per i consumatori, contribuendo a mantenere la stabilità dei prezzi nei mercati.

 

Data di consegna

Le materie prime sono merci fisiche che alla fine devono essere consegnate (almeno teoricamente) per adempiere al loro uso. I contratti futures sulle materie prime tendono ad avere due o più date di consegna all'anno, sebbene la maggior parte dei trade vengano chiusi prima di questa data.

Il grano, per esempio, prevede date di consegna a marzo, maggio, luglio, settembre e dicembre, ogni anno.

Indice dei prezzi delle commodities

L'indice dei prezzi delle materie prime è una media ponderata dei prezzi delle materie prime, raggruppati in modo da rappresentare un'ampia classe di beni o un sottoinsieme più specifico. In base all'indice, i prezzi delle materie prime che lo compongono possono essere spot o futures. Alcuni esempi di indici delle materie prime includono:

The Continuous Commodity Index (CCI) comprende 17 futures sulle materie prime che vengono continuamente ribilanciati per mantenere un equilibrio di 5,88% ognuno. Questo fornisce un benchmark delle prestazioni per le materie prime come investimento. 

The S&P GSCI (ex Goldman Sachs Commodity Index) funge da benchmark per l'investimento nei mercati delle materie prime, e i suoi componenti derivano da tutti i settori delle materie prime. Questo indice è disponibile per gli investimenti nella Chicago Mercantile Exchange.

The Merrill Lynch Commodity Index (MLCX) contiene materie prime selezionate per liquidità e ponderate in base all'importanza di ognuna nell'economia globale.

Per ulteriori informazioni sullo scopo degli indici e su come possono essere negoziati tramite prodotti derivati, visitate la nostra sezione Indici.