Volkswagen, ennesimo scandalo ennesimo tonfo

A Francoforte il titolo torna temporaneamente sotto 100 euro.

auto vw volkswagen audi
Fonte: Bloomberg

Torna al centro dell'attenzione degli investitori Volkswagen, dopo l'ammissione di nuove irregolarità  sulle emissioni di Co2. Questa volta i veicoli conivolti dovrebbero essere circa 800 mila con cilindrata 3.0. Secondo le prime stime, il costo di richiamo dovrebbe aggirarsi intorno ai 2 miliardi di dollari.


Le notizie hanno scosso nuovamente il titolo che fatica ancora a riprendersi dallo scandalo "Dieselgate". A Francoforte il titolo cede il 9% ed è tornato ad oscillare intorno all'area dei 100 euro. Per qualche frangente della seduta vi è stata anche una discesa sotto tale soglia psicologica, con le quotazioni che hanno aggiornato i minimi da oltre due settimane.


Dal punto di vista tecnico, il supporto interessante passa in area 98 -97,50 euro, minimi sui cui si è appoggiato il titolo prima di allungare verso i 113 euro. Solo un cedimento di tale riferimento potrebbe riaprire l'opportunità di un ritorno verso 86 euro, minimi di un mese fa. Rimane quest'ultimo il supporto strategico di lungo periodo al di sotto del quale le prospettive diventerebbero critiche.


Indicazioni rialziste si avrebbero solo con un superamento di area 104 euro, con primo target 107 euro, dove il titolo andrebbe a chiudere il gap down aperto stamattina. La resistenza strategica rimane a 113-115 euro. Difficile pensare al momento a un riposizionamento sopra tale livello viste le prospettive incerte e le news che emergono di volta in volta.
 

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.