Prospettive grafiche sulle banche, Banco Popolare e BPM

Domani CdA per discutere sulla fusione, forte volatilità attesa

bg_data_trader_892776
Fonte Bloomberg

Dopo il meeting della BCE delle scorse settimane e grazie alle aspettative di fusione delle popolari, il settore bancario italiano è tornato di prepotenza sotto ai riflettori della comunità internazionale.

Il governatore dell’istituto di Francoforte, Mario Draghi, ha lanciato un programma “monstre” per risollevare l’economia di Eurolandia e riportare l’inflazione al 2%. Per quanto concerne il settore dei depositi la notizia negativa del taglio ulteriore del tasso dei depositi (al -0,40%) è stata più che compensata dal lancio di nuove aste di rifinanziamento del settore bancario (le cosiddette T-LTRO). La grande novità delle nuove aste sono i livelli dei tassi, da 0% al -0,40% per le banche più virtuose che

Altro grande tema è l’inizio della stagione delle fusioni tra le popolari. L’integrazione tra Banco Popolare e BPM sembra alle porte. Dopo la lettera della BCE che ha comunicato i requisiti per dare l’approvazione alla fusione domani si riuniranno i CdA delle rispettive banche italiane per discutere dell’integrazione. Il mercato in giornata ha premiato i titoli, scommettendo sul successo dell’operazione.

Ma quali le prospettive grafiche dei titoli per le prossime settimane? Cosa conviene fare?

Iniziamo da BP-IT. Dopo il forte ribasso evidenziato nelle ultime 6 settimane abbiamo osservato una fase di consolidamento dei prezzi in un trading range compreso tra 6,26 e 8,44 euro. Concreti segnali di ripresa arriveranno solamente in caso di vittoria al di sopra della resistenza a 8,44, che confermerebbe la figura di inversione di doppio minimo a 6,26. In tal caso l’obiettivo rialzista sarebbe fissato a 10,62 proiezione dell’ampiezza della figura.

Tali aspettative grafiche sarebbero annullate con il cedimento del supporto di lungo periodo a 6,26, preludio a un ribasso verso i target a 5,50 e 4.

Banco Popolare SC (-)Fonte Piattaforma IG

 

Banca Popolare di Milano rispetto a Banco Popolare ha una impostazione grafica migliore. La tenuta della trendline rialzista mantiene vive le prospettive grafiche positive di breve periodo. Conferme giungeranno con la violazione al rialzo delle resistenze posizionate tra 0,77 e 0,78, picchi di marzo e area di transito dell’ultimo dei ritracciamenti di Fibonacci dai top di gennaio, oltre alle quali si creerebbero i presupposti per un allungo in direzione di 0,928, massimi annuali. Attenzione che il cedimento di 0,60 introdurrebbe una discesa prima 0,54 e poi a 0,40.

Banca Popolare di Milano SCRL (-)Fonte Piattaforma IG

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.