Intesa SanPaolo, si conferma prima della classe

Pioggia di acquisti e titolo torna al ridosso di 3 euro.

bg_italian_stock_exchange_1150517
Fonte: Bloomberg

Aggiorna i massimi da gennaio 2016 il titolo Intesa Sanpaolo, grazie sia alla buona intonazione dei mercati che ai conti super rilasciati venerdì. Dalla generosa politica dei dividendi, la più alta del comparto in Europa, alla solidità dei ratio patrimoniali, tanti sono i fattori che confermano come lo stato di salute della banca sia tra i migliori nel Vecchio continente.

Non solo dati però. A fare da traino alle quotazioni sono anche le modificate aspettative sui tassi d'interesse, dopo i risultati elettorali in Francia e i recenti dati sulla crescita arrivati dagli indici PMI. Quindi, per ora tali aspettative saranno quelle che domineranno il comparto e l'intero mondo del fixed income.

Dal punto di vista tecnico, il titolo si è avvicinato a un'area di resistenza molto interessante, a 2,92 euro, che ha costituito supporto per tutto il secondo semestre del 2015. Qui sta approcciando anche la trend line che unisce tutti i massimi crescenti degli ultimi 10 mesi. Delle aree di pull back passano per 2,73 euro e poi a 2,60 euro, precedenti massimi di inizio anno e secondo ritracciamento di Fibonacci nell'ascesa partita a febbraio scorso. Per ora già una discesa a questi livelli potrebbe essere sufficiente per una ripartenza.

I livelli successivi sarebbero a 2,52 (chiusura del gap up) e poi sulla trend line rialzista che unisce i minimi degli ultimi 9 mesi. L'idea di fondo rimane rialzista, salvo temporanee prese di profitto fisiologiche (considerando anche lo stacco cedola di 17 centesimi del 22 maggio). La rottura verso l'alto potrebbe portare a un allungo in direzione di 3,30, ultimo ostacolo prima di tornare ai massimi di metà 2015, a 3,60.

Intesa Sanpaolo
Fonte: piattaforma IG

Inizia a fare trading

Apri un conto e riceverai i segnali di trading dei nostri esperti.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Le basi del trading

  • Fare Trading con i CFD

    In questa sezione vi presentiamo un'introduzione al trading con i CFD (Contratti per Differenza) e al funzionamento di questo strumento, attraverso esempi e vantaggi nell'operare con i CFD. Inoltre esamineremo i relativi costi e i requisiti di finanziamento.

     

  • Trend

    Scoprite come gli analisti utilizzano i grafici per studiare il comportamento degli investitori e comprendere i pattern del mercato. Imparate a usare i vari tipi di grafici e a identificare i pattern di prezzo in formazione.

  • Che cos'è un piano di trading?

    Un piano di trading è uno strumento che vi consente di definire chiaramente i vostri obiettivi e vi aiuta a conseguirli. In questo modulo spieghiamo come redigere e implementare un piano personale.

IG presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.