FCA ritenta il test ai massimi annuali

Il titolo ancora in auge sui rumors dell'offerta di Great Wall.

bg_maserati_1387145
Fonte: Bloomberg

Ci riprova Fiat Chrysler dopo il test della scorsa settimana ai massimi dell'anno. A muovere il titolo sono ancora i rumors che arrivano dalla Cina su una possibile offerta da parte di Great Wall Motors su Jeep, il marchio controllato dal gruppo italo americano. Nonostante la smentita ufficiale arrivata da FCA, il titolo in borsa rimane ancora sostenuto. Già la scorsa settimana erano trapelate notizie di una possibile offerta sull'intero gruppo che hanno portato il titolo a volare in borsa quasi del 10%.

Non riteniamo al momento che una cessione in toto del gruppo FCA sia nemmeno ipotizzabile. Il gruppo sta lavorando alla vendita di alcuni marchi come Magneti Marelli e Comau, anche se il processo sembra procedere molto a rilento. Al momento, crediamo che Marchionne, a meno di un anno dall'addio, stia lavorando ancora a una fusione con qualche altro gruppo importante per completare il suo progetto. Rimangono ancora sul tavolo l'ipotesi di scorporo di Maserati e Alfa, anche se la tempistica sembra essere ancora molto lunga in merito.

Tecnicamente, il titolo sta testando una resistenza importantissima collocata poco sopra 11 euro, massimi toccati a febbraio e testati nuovamente la scorsa settimana, oltre che stamane. Il superamento di tale riferimento (almeno tre chiusure consecutive sopra tale livello) getterebbe le basi per un allungo verso area 14 euro, proiezione dell'altezza del triangolo rialzista disegnato da inizio anno. Questo target verrebbe confermato dal superamento di 12,20 euro, dove passa la trend line che unisce i massimi di gennaio 2016, con quelli di febbraio 2017.

Indicazioni di debolezza temporanea e violenta potrebbero riportare il titolo al test della trend line rialzista che unisce i minimi crescenti di inizio anno, ora in transito a 9,60 euro. Attenzione, però, al cedimento di tale riferimento, che potrebbe lanciare segnali più brutti. La perdita di spinta potrebbe portare rapidamente il titolo verso i supporti collocati in area 8,40-8,60 euro.

Fiat Chrysler

Inizia a fare trading

Apri un conto e riceverai i segnali di trading dei nostri esperti.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.