Yen, prosegue rimbalzo post Trump

Le prese di profitto alimentano gli acquisti sulla divisa nipponica.

bg_eurjpy_1084363
Fonte: Bloomberg

Proseguono gli acquisti stamane sullo yen in scia alle prese di profitto sui mercati azionari, soprattutto europei ed asiatici. Il discorso di ieri del neo presidente eletto, Donald Trump, ha un po' disatteso le aspettative degli operatori, rallentando la corsa del biglietto verde.


Dopo il forte deprezzamento degli ultimi due mesi, il recupero dello yen dell'ultima settimana può essere interpretato ancora come un movimento fisiologico di breve termine. Gli investitori più cauti preferiscono portare a casa i profitti, ma la stragrande maggioranza è in attesa di vedere se Trump manterrà le promesse fatte in campagna elettorale e preferirà attendere riscontri macroeconomici prima di decidere cosa fare. Pertanto, lo yen potrebbe essere oggetto di nuove vendite.

Entrando un po' più nel dettaglio, il cambio EUR/JPY sta consolidando. Graficamente sembra aver costruito un flag che presenta già sei punti di swing.
Il test alla parte bassa del flag potrebbe aprire a un immediato rimbalzo in direzione della parte alta, ora in transito verso 123,60. Il superamento di tale resistenza potrebbe gettare le basi per nuovi rialzi in direzione di 126-126,20, proiezione dell'altezza della bandiera sul punto di break out, nonchè minimi assoluti del 2015.
Indicazioni ribassiste si avrebbero con il cedimento della parte bassa della bandiera, con possibili aree di supporto a 118,50, supporto di fine novembre e 116,30, massimi allineati di agosto e ottobre.
 

eurjpy_12
Fonte: Piattaforma IG

Indicazioni ribassiste si avrebbero con il cedimento della parte bassa della bandiera, con possibili aree di atterraggio collocate a 118,50, supporto di fine novembre, e 116,30, massimi allineati di agosto e ottobre, perforati con l'elezione di Trump.
 

Inizia a fare trading

Apri un conto e riceverai i segnali di trading dei nostri esperti.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.