Week Ahead: 27 - 31 Marzo. Al via i negoziati sulla Brexit

Il 29 marzo il Regno Unito si appellerà all'art. 50 dei Trattati di Lisbona che segnerà l'avvio dei negoziati che porteranno alla Brexit.

Brexit_Event

Sarà una settimana importante quella che si affaccia sui mercati. A pochi giorni dal 60esimo anniversario dei trattari di Roma, il Regno Unito farà ricorso all'art. 50 del Trattato di Lisbona, che sancirà l'avvio dei negoziati per lasciare la Ue (" Brexit").

Sebbene i mercati abbiano già metabolizzato la notizia, l'incertezza su come verranno condotti i negoziati rimane altissima. Il processo sarà lungo e, probabilmente, per vedere qualcosa di concreto bisognerà attendere fine anno, ovvero dopo i passaggi elettorali di Francia e Germania. Ad ogni modo, la sterlina potrebbe essere soggetta a volatilità, con gli operatori che continueranno a ricalibrare le loro aspettative in materia.

Sul fronte macro, negli Usa l'attenzione rimane rivolta ai discorsi dei vari membri Fed, mentre in Europa si guarderà quasi unicamente alla stima flash dell'inflazione di marzo, che potrebbe aggiungere pressioni in capo alla Bce, dopo la recente accelerazione.

 

Lunedì 27 Marzo

Indice IFO fiducia delle imprese marzo, Germania

Indice Fed di Dallas marzo, USA

Discorsi di Charles Evans (Fed di Chicago, votante) e Dennis Kaplan (Fed di Dallas, votante)

 

Martedì 28 Marzo

Ordini industria gennaio, Italia

Indice Case-Shiller prezzi immobili gennaio, USA

Bilancia commerciale beni febbraio, USA

Fiducia consumatori marzo, USA

 

Mercoledì 29 Marzo

Indice pending home sales marzo, USA

Scorte settimanali di petrolio, USA

Discorsi di Charles Evans (Fed di Chicago, votante), Eric Rosengren (Fed di Boston, non votante) e John Williams (Fed di San Francisco, non votante)

 

Giovedì 30 Marzo

Riunione di politica monetaria della South Africa Reserve Bank (SARB), Sud Africa

Indici fiducia marzo, Eurozona

Stima flash inflazione marzo, Germania

Richieste settimanali sussidi disoccupazione, USA

Riunione di politica monetaria del Banco de Mexico (BdM), Messico

Pil Usa lettura finale 4° trim., USA

Discorsi di Dennis Kaplan (Fed di Dallas, votante), John Williams (Fed di San Francisco, non votante) e Loretta Mester (Fed di Cleveland, non votante)

 

Venerdì 31 Marzo

Tasso inflazione febbraio, Giappone

Tasso disoccupazione febbraio, Giappone

Vendite al dettaglio febbraio, Germania

Stima flash inflazione marzo, Eurozona

Redditi e consumi personali febbraio, USA

Chicago PMI marzo, USA

Fiducia consumatori Univ. del Michigan finale marzo, USA

Inizia a fare trading

Apri un conto e riceverai i segnali di trading dei nostri esperti.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

IG presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.