Week Ahead: 24-28 luglio. Wall Street alla prova Fed, Pil e trimestrali

L'attenzione degli operatori rimane incentrata sugli eventi che interesseranno l'altra sponda dell'Atlantico.

bg_janet_yellen_1433803
Fonte: Bloomberg

Ultima settimana di luglio infuocata sui mercati. Tantissimi i market mover in grado di portare volatilità sui mercati. Su tutti spicca l'appuntamento della Federal Reserve, che sarà accompagnato anche da altre Banche centrali (tra cui Russia, Brasile e Turchia).

Dopo Mario Draghi, spetterà alla Yellen dare indicazioni sul prossimo rialzo dei tassi. Gli operatori cercheranno di interpretare dal comunicato se il terzo rialzo dei tassi previsto per l'anno in corso rimane ancora sul tavolo, visto che i Fed Funds future puntano già al 2018. Visti i dati poco convincenti e la crescente incertezza politica che ruota intorno a Trump, un atteggiamento ancora ostinato verso una politica monetaria restrittiva potrebbe innervosire gli investitori.

Non solo banche centrali. Tante saranno le figure macro da monitorare. Negli Usa, attenzione rivolta agli ordini di beni durevoli e, soprattutto, alla prima stima del Pil del 2° trimestre. In Europa, oltre alle stime flash degli indici PMI e all'IFO, l'attenzione sarà riservata per la stima preliminare dell'inflazione tedesca di luglio, anche questo dato importante ai fini di politica monetaria della Bce.

Infine, la stagione delle trimestrali raggiungerà il picco, con i primi conti in arrivo dall'Europa e dall'Italia.

 

Lunedì 24 Luglio

Stima flash PMI luglio, Eurozona

Stima flash PMI luglio, USA

Vendite case esistenti giugno, USA

Trimestrali: Alphabet (Google), Halliburton e Luxottica

 

Martedì 25 Luglio

Indice IFO fiducia imprese luglio, Germania

Ordini industria e fatturato maggio, Italia

Indice prezzi abitazioni Case-Shiller maggio, USA

Fiducia dei consumatori luglio, USA

Trimestrali: 3M, AMD, AT&T, Caterpillar, GM e McDonald’s

 

Mercoledì 26 Luglio

Bilancia commerciale giugno, Australia

Tasso inflazione 2 trim, Australia

Stima Pil 2° trim., UK

Vendita nuove abitazioni giugno, USA

Scorte settimanali di petrolio, USA

Riunione di politica monetaria della Federal Reserve (Fed), USA

Riunione di politica monetaria de Banco Central do Brasil (BCB), Brasile

Trimestrali: Boeing, Coca Cola, Facebook e Ford

 

Giovedì 27 Luglio

Stima PIL 2° trim., Giappone

Riunione di politica monetaria della Central Bank of the Republic of Turkey (CBRT), Turchia

Nuove richieste settimanali sussidi disoccupazione, USA

Ordini beni durevoli giugno, USA

Bilancia commerciale beni giugno, USA

Trimestrali: Amazon e Intel

 

Venerdì 28 Luglio

Tasso inflazione, disoccupazione e vendite al dettaglio luglio, Giappone

Indici di fiducia luglio, Eurozona

Tasso inflazione prel. luglio, Germania

Riunione di politica monetaria della Central Bank of Russia (CBR), Russia

Stima PIL 2° trimestre, USA

Fiducia Consumatori Univ. del Michigan luglio finale, USA

Trivelle attive Baker Hughes settimanali, USA

Trimestrali: Chevron ed Exxon Mobil 

Discorso Neel Kashkari (Fed di Minneapolis, votante)

Inizia a fare trading

Apri un conto e riceverai i segnali di trading dei nostri esperti.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.