Week Ahead: 21-25 marzo, PMI in EZ, PIL USA, Petrolio

Agenda dei principali eventi economici della settimana

bg_gbpusd_618353
Fonte Bloomberg

Dopo la forte volatilità delle scorse settimane legata ai tanti meeting delle banche centrali la prossima ottava non offre molti spunti macroeconomici eccetto gli indici PMI in Eurolandia, gli indici di fiducia IFO e ZEW in Germania e il PIL statunitense. Ci aspettiamo volumi ridotti quindi rispetto a quelli registrati nelle prime settimane di marzo, volumi sottili anche per l’avvicinarsi delle festività di Pasqua.

Da tenere sotto controllo anche l’andamento del petrolio. La debolezza del dollaro e l’aumento delle attese su un prossimo incontro in Qatar per il congelamento della produzione hanno contribuito al rialzo delle quotazioni del greggio, su valori che non si vedevano dallo scorso dicembre. Riteniamo che proprio la riunione dei produttori a Doha (15 paesi OPEC e non-OPEC, compresi i due big Arabia Saudita e Russia) fissata il 17 aprile sia l’evento più importante per capire la direzione del mercato nei prossimi mesi. Stimiamo che siano basse le probabilità di successo dell’evento in caso di assenza dell’Iran. Siamo convinti che Teheran giocherà un ruolo fondamentale nella partita. Gli altri paesi arabi non hanno alcuna intenzione di sostenere indirettamente l’economia iraniana, permettendo un aumento delle quote di mercato. Senza accordo il petrolio potrebbe crollare a 30 dollari al barile.

Attenzione ai movimenti di GBP/USDEUR/USD, Petrolio

Lunedì 21 Marzo

Vendite di case esistenti, STATI UNITI.

 

Martedì 22 Marzo

Indice PMI manifatturiero, GERMANIA, FRANCIA, ZONA EURO;

Indice PMI servizi, GERMANIA, FRANCIA, ZONA EURO;

Indice fiducia IFO, GERMANIA;

Inflazione, GRAN BRETAGNA;

Prezzi alla produzione, GRAN BRETAGNA;

Indice fiducia ZEW, GERMANIA;

Indice PMI manifatturiero, STATI UNITI;

Indice settore manifatturiero FED Richmond, STATI UNITI.

 

Mercoledì 23 Marzo

Vendita di nuove case, STATI UNITI;

Scorte di petrolio, STATI UNITI;

Bilancia commerciale, NUOVA ZELANDA.

 

Giovedì 24 Marzo

Vendite al dettaglio, GRAN BRETAGNA;

Richieste settimanali di sussidi disoccupazione, STATI UNITI;

Ordini di beni durevoli, STATI UNITI;

 

Venerdì 25 Marzo

Inflazione, GIAPPONE;

Leading indicators, GIAPPONE;

PIL 4T, FRANCIA;

PIL 4T, STATI UNITI.

 

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.