Week Ahead: 19-23 giugno

Agenda dei principali eventi economici della settimana

bg_oil_pump_331569
Fonte: Bloomberg

Gli indici azionari hanno chiuso una settimana particolarmente difficile. Le vendite si sono concentrate soprattutto sul settore tecnologico (forti ribassi per i big statunitensi Apple, Google, Facebook, Netflix) e sui petroliferi sulla scia del trend ribassista delle quotazioni del greggio (il WTI Light crude è sceso sotto i 45 dollari).

La prossima ottava non è ricca di cifre macroeconomiche. Sarà necessario fare attenzione soprattutto agli interventi dei membri della Federal Reserve per capire se confermeranno le affermazioni del governatore Yellen sulle prossime strategie monetarie della principale banca centrale mondiale.

Il petrolio rimane sempre sotto i riflettori. Settimana prossima le cifre da tenere sotto controllo saranno le scorte statunitensi e il numero di trivelle attive.

Per la Zona Euro avremo il Bollettino mensile della BCE e gli indici PMI sul settore manifatturiero e su quello dei servizi dei principali paesi del Vecchio Continente.

 

Lunedì 19 Giugno

Produzione del settore delle costruzioni, Zona Euro.

Intervento William Dudley, presidente FED New York, alla Camera di Commercio di Plattsburg.

Intervento Charles Evans, presidente FED Chicago, alla NYU sulle condizioni economiche e monetarie degli Stati Uniti.

 

Martedì 20 Giugno

Indice fiducia consumatori, Australia;

Verbali ultimo meeting RBA, Australia;

Prezzi alla produzione, Germania;

Saldo delle partite correnti, Zona Euro;

Saldo delle partite correnti, Stati Uniti.

Intervento Stanley Fischer, vicepresidente FED, ad Amsterdam.

Intervento Eric Rosengren, presidente FED Boston, alla conferenza di DNB-Riksbank ad Amsterdam.

Intervento Robert Kaplan, presidente FED San Francisco, al Commonwealth Club di San Francisco.

 

Mercoledì 21 Giugno

Minute ultimo meeting Bank of Japan, Giappone;

Scorte di petrolio, Stati Uniti;

Vendite di case esistenti, Stati Uniti;

Meeting Reserve Bank of New Zealand RBNZ, decisione sui tassi, Nuova Zelanda.

 

Giovedì 22 Giugno

Bilancia commerciale, Svizzera;

Bollettino BCE, Zona Euro;

Vendite al dettaglio, Canada;

Richieste settimanali di sussidi di disoccupazione, Stati Uniti;

Indice fiducia consumatori, Zona Euro;

Leading indicator, Stati Uniti;

Indice manifatturiero FED Kansas City, Stati Uniti.

 

Venerdì 23 Giugno

PIL 1T, Francia;

Indice PMI manifatturiero, Francia, Germania, Zona Euro;

Indice PMI servizi, Francia, Germania, Zona Euro;

Inflazione, Canada;

Indice PMI manifatturiero, Stati Uniti;

Indice PMI servizi, Stati Uniti;

Vendite di nuove case, Stati Uniti;

Numero di trivelle attive Baker Hughes, Stati Uniti.

Inizia a fare trading

Apri un conto e riceverai i segnali di trading dei nostri esperti.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.