Week Ahead: 13 - 17 Aprile

L'attenzione degli operatori sarà incentrata sulle indicazioni macro che arriveranno da Cina e Usa e dalle trimestrali delle big di Wall Street.

Shanghai
Fonte: Bloomberg

La settimana si apre con le indicazioni che arriveranno sulla bilancia commerciale cinese di marzo. Dati ben più importanti arriveranno sempre dalla Cina mercoledì quando saranno resi noti la produzione industriale, le vendite al dettaglio e la prima lettura del Pil del primo trimestre dell'anno. Soprattutto quest'ultima figura risulta essere strategica per capire se la crescita della seconda economia del mondo è vicina al target del 7% fissato dal governo. Se la crescita dovesse risultare tanto più lontana da quel target, non escludiamo che gli investitori possano scontare un eventuale misura espansiva della Banca centrale cinese.


Dagli Usa, oltre ai dati macro (vendite al dettaglio, produzione industriale e alcune figure sul comparto immbiliare), il mercato rimane concentrato sulle trimestrali. Saranno soprattutto i bancari a rubare la scena, con JP Morgan e Wells Fargo che pubblicheranno i conti martedì, a cui seguiranno Bank of America (mercoledì), Citigroup e Goldman Sachs (giovedì). I bassi tassi d’interesse e i buoni dati sulle vendite di case potrebbero aver favorito le banche commerciali. Gli investitori, però, cercheranno di capire quanto ha impattato il recente apprezzamento del dollaro sui conti delle aziende. Se da un lato, il dollaro forte penalizza i ricavi, dall’altro, favorisce le imprese che hanno la produzione dislocata fuori dai confini Usa, grazie ai costi più bassi.


Tra le Banche centrali, sono in agenda le riunioni della Bce, della Bank of Canada, mentre sul lato Fed, mercoledì sera ci sarà la pubblicazione del Beige Book, che farà il punto sull'economia dei 12 distretti statunitensi a 2 settimane dal meeting del FOMC.

Lunedì 13 Aprile

Bilancia commerciale marzo, Cina

Martedì 14 Aprile

Tasso d’inflazione marzo, UK;

Produzione industriale febbraio, Eurozona;

Indice Prezzi alla produzione marzo, USA;

Vendite al dettaglio marzo, USA;

Mercoledì 15 Aprile

Vendite dettaglio marzo, Cina;

Produzione industriale marzo, Cina;

Stima Pil 1° trimestre, Cina;

Meeting politica monetaria della BCE

Indice manifatturiero Fed di NY aprile, USA;

Produzione Industriale marzo, USA;

Indice NAHB mercato immobiliare aprile, USA;

Meeting politica monetaria della Bank of Canada;

Scorte settimanali di petrolio, USA;

FED pubblica il Beige Book

Giovedì 16 Aprile

Aspettative Inflazione aprile, Australia;

Tasso disoccupazione marzo, Australia;

Nuove richieste settimanali sussidi disoccupazione, USA;

Avvio cantieri edili marzo, USA;

Indice manifatturiero Fed di Filadelfia, USA.

Venerdì 17 Aprile

Tasso disoccupazione febbraio, UK;

Tasso d’inflazione marzo, USA;

Tasso d’inflazione marzo, Canada;

Fiducia consumatori Univ. Michigan prel. aprile, USA.

Inizia G-20 a Washington

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.