Week Ahead: 11 – 15 Giugno. Banche centrali alla riscossa!

Gli appuntamenti di Fed, Bce e BoJ faranno da sfondo alle tensioni commerciali e ai timori sull'Italia.

bg_euro mario draghi
Fonte: Bloomberg

 

All'indomani del G7 in Canada, gli operatori terranno l'attenzione rivolta alle tensioni commerciali tra gli Usa e il resto del mondo. Rimane questo il principale driver per i mercati finanziari nelle prossime settimane, in grado di influenzare la crescita dell'economia mondiale.

Questo tema sarà anche al centro del dibatto delle Banche centrali, che vedrà impegnate questa settimana in ordine la Federal Reserve (FED), la Banca centrale europea (Bce) e la Bank of Japan (BoJ). Solo la prima dovrebbe alzare il costo del denaro di 25 punti base, mentre nessuna azione concreta dovrebbe arrivare dalle altre due. Gli investitori, però, sembrano temere che la Bce possa discutere la fine del programma di quantitative easing a settembre, nonostante il vistoso rallentamento della crescita proprio nel Vecchio continente. Probabilmente, Mario Draghi potrebbe decidere di prendere tempo e far slittare la decisione nella riunione di luglio.

Per quanto concerne gli eventi politico-economici bisogna ricordare anche lo storico meeting a Singapore tra il presidente statunitense Donald Trump e il presidente della Corea del Nord Kim Jong Un.

Tra i dati macro, attenzione rivolta all'indice ZEW in Germania e al tasso d'inflazione negli Usa.

Infine, saranno da seguire anche gli sviluppi in Italia dopo il riemergere delle tensioni delle ultime sedute, che hanno visto lo spread tornare a salire.

Lunedì 11 Giugno

Produzione industriale aprile, Italia

Produzione industriale aprile, UK

Bilancia commerciale aprile, UK

 

Martedì 12 Giugno

Tasso disoccupazione aprile, UK

Indice ZEW giugno, Germania

Tasso inflazione maggio, USA

Meeting in Singapore tra il presidente USA Donald Trump e il presidente della Corea del Nord Kim Jong Un

 

Mercoledì 13 Giugno

Tasso inflazione maggio, UK

Produzione industriale aprile, Eurozona

Prezzi alla produzione maggio, USA

Scorte settimanali di petrolio, USA

Annuncio di politica monetaria della Federal Reserve (FED), USA

 

Giovedì 14 Giugno

Tasso disoccupazione maggio, Australia

Produzione industriale, vendite al dettaglio e investimenti maggio, Cina

Vendite al dettaglio maggio, UK

Annuncio di politica monetaria della Banca centrale europea (BCE), Eurozona

Nuove richieste settimanali sussidi disoccupazione, USA

Vendite al dettaglio maggio, USA

Scorte imprese aprile, USA

 

Venerdì 15 Giugno

Annuncio di politica monetaria della Bank of Japan (BOJ), Giappone

Fatturato e ordini industria aprile, Italia

Tasso inflazione finale maggio, Eurozona

Annuncio di politica monetaria della Central Bank of Russia (CBR), Russia

Empire State Manufacturing giugno, USA

Produzione industriale maggio, USA

Fiducia consumatori Univ. del Michigan prel. giugno, USA

Trivelle settimanali attive Baker Hughes, USA

Quattro streghe, scadono future e opzioni su indici e azioni

Inizia a fare trading

Apri un conto e riceverai i segnali di trading dei nostri esperti.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.