Usd/Cad, sotto la lente BoC, Beige Book e dati macro

Tornano in scena i dati macro oggi dopo che il caso Ucraina ha dominato la scena nella prima parte di settimana. 

In Europa sono attesi i dati consuntivi dei Pmi di febbraio e il Pil del 4° trimestre del 2013. Grande attenzione sarà rivolta anche ai dati statunitensi sulle stime ADP dei nuovi posti di lavoro del settore privato e sull’ISM non manifatturiero. In serata particolare attenzione sarà rivolta al Beige Book che, a due settimane dal meeting del Fomc, dipingerà il quadro macroeconomico dei vari distretti. Oggi sarà la volta anche Banca centrale canadese (BoC) che si pronuncerà sui tassi di interesse. Non sono attese variazioni al tasso di riferimento ora all’1%, dopo che i dati sulla crescita del 4° trimestre hanno mostrato un balzo del 2,9% annualizzato.

 

Dal punto di vista tecnico, il cross Usd/Cad potrebbe essere soggetto a volatilità nelle prossime sedute. La discesa accusata a febbraio si è confermata essere una correzione dopo la violenta accelerazione di gennaio. Il cambio ha trovato supporto a 1,09, 50% del ritracciamento di Fibonacci nell’ascesa partita a inizio anno, da cui è partito il rimbalzo che l’ha condotto nuovamente al test dei massimi di periodo a 1,12. Il doppio massimo sul grafico lascerebbe pensare per un ritorno della debolezza. Indicazioni ribassiste arriverebbero però solo con il cedimento di 1,09, che potrebbe aprire a un affondo verso 1,0740, top di dicembre. Il supporto strategico rimane quello dettato dalla trend line rialzista che congiunge i minimi crescenti dell’ultimo anno e mezzo, ora in transito a 1,05. Indicazioni rialziste arriverebbero invece con il superamento di area 1,12, oltre il quale si creerebbero i presupposti per raggiungere 1,1730, picchi di luglio. Supporto odierno a 1,1040, resistenza a 1,1120.ca

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.