Usd/Brl: nuovo balzo dopo la vittoria della Rousseff

Il cambio tra il dollaro statunitense e il real brasiliano segna nuovi record a 2,58 dopo le elezioni presidenziali

Almeida/AFP/Getty Images

Dilma Rousseff è riuscita a battere i pronostici della vigilia e vincere le elezioni presidenziali per la seconda volta consecutiva. La guida del Partito dei Lavoratori è riuscita a ottenere nel ballottaggio il 51,6% delle preferenze contro il 48,4% ottenuto dal proprio avversario il conservatore Aecio Neves. Il real brasiliano è stato molto indebolito da tale notizia sulla scia della mancanza di fiducia degli investitori sulle manovre di politica economica della Rousseff. Neves portava avanti un programma politico d’importanti riforme soprattutto in ambito economico che avrebbero avuto l’obiettivo di rilanciare la ripresa economica. In un paese spezzato a metà (Stati del Nord e del Nord-Est molto poveri, Stati del Sud industrializzati e ricchi) e in forte crisi economica la Rousseff dovrà inevitabilmente cambiare le proprie politiche per riuscire a sostenere le attività economiche del paese.

Dal punto di vista tecnico il cambio ha aperto la settimana con un importante gap rialzista che ha permesso al cross di allungare fino a toccare un nuovo record a 2,58 per poi scendere a 2,54 circa. La forte accelerazione rialzista potrebbe portare nel breve a una possibile discesa anche considerando l’imminente meeting del FOMC USA che dovrebbe prolungare le politiche monetarie accomodanti. Discese fino a 2,47 resterebbero tuttavia compatibili con le prospettive grafiche rialziste di medio/lungo periodo. L’eventuale superamento di 2,58 rilancerebbe le pressioni rialziste gettando le basi per un allungo in direzione di 2,60 e 2,65. Segnali negativi sotto 2,47 preludio a un possibile calo verso lo strategico sostegno a 2,3860.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.