Toto-FED: Powell in pole, Gary Cohn fuori

Lista dei candidati sempre più sottile. In corsa Powell, Taylor e Yellen

bg_federal_reserve_827687
Fonte: Bloomberg

La lista di candidati per la prossima guida della Federal Reserve è sempre più sottile. Ieri il presidente Donald Trump ha fatto uscire dalla corsa Gary Cohn, il capo del National Economic Council. Troppi impegni per Cohn che dovrà impegnarsi per far passare la nuova riforma fiscale.

Osservando le probabilità implicite dei vari siti di scommesse la corsa alla più prestigiosa poltrona dell’Eccles Building sembra che abbia solamente 3 concorrenti.

In pole position è Jerome “Jay” Powell, già membro dal 2012 del Board of Governors, ovvero il comitato interno al FOMC, nominato dal presidente Barack Obama e con un mandato che scade nel 2028. A spingere la nomina di Powell è soprattutto il segretario al Tesoro Stephen Mnuchin.

Laureato in “Politica” alla Georgetown e in “Legge” alla prestigiosa Princeton, Powell ha lavorato per tanti anni nella società di asset management The Carlyle Group.

Sarebbe una soluzione di comodo per Trump che sceglierebbe un repubblicano (aveva un ruolo anche nel Dipartimento del Tesoro durante il presidente Bush) che ha lavorato per tanto tempo nel settore privato ma che già da parecchi anni è all’interno della FED. Conosce quindi alla perfezione i meccanismi che hanno portato la principale banca mondiale a far uscire gli Stati Uniti dalla peggiore crisi economica dal dopoguerra. Powell è sicuramente più falco rispetto a Janet Yellen ma rappresenterebbe una soluzione di continuità rispetto all’amministrazione precedente e sarebbe facilmente accettato dal Congresso.

Crediamo che una scelta di Powell possa portare effetti soprattutto sull’obbligazionario e sul valutario. Rendimenti su livelli bassi ancora a lungo e un dollaro debole a causa di una politica monetaria che continuerà le strategie poste in essere dalla Yellen con un rialzo dei tassi d’interesse molto graduale nei prossimi anni.

Al secondo posto troviamo John Taylor, professore di Stanford, che ha impressionato notevolmente Trump nei colloqui privati.

Taylor più falco rispetto a Powell dovrebbe scegliere una politica monetaria più restrittiva accelerando il processo di rialzo dei tassi d’interesse.

Non è da escludere ma con poche probabilità al momento è una riconferma di Janet Yellen. Trump ha espresso più volte di rispettare il lavoro della Yellen.  Guardando solamente ai numeri del passato, dal ’79 in poi il governatore della FED è sempre stato riconfermato per un secondo mandato (Paul Volcker 2 mandati, Alan Greenspan 5 mandati, Ben Bernake 2 mandati).

Inizia a fare trading

Apri un conto e riceverai i segnali di trading dei nostri esperti.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Le basi del trading

  • Tipologie di rischio

    Tutti gli investimenti finanziari comportano un certo livello di rischio. Scoprite come proteggere il vostro portafoglio valutando i rischi da affrontare e gestendo con attenzione la vostra esposizione.

  • Dividendi

    Senza azioni non esisterebbe alcun mercato azionario, l'elemento vitale per qualsiasi economia nazionale. Scoprite come la negoziazione di titoli consente alle società di espandersi e svilupparsi, rappresentando allo stesso tempo un'importante fonte di guadagno per gli investitori privati e i grandi capitali.

  • Che cos'è un piano di trading?

    Un piano di trading è uno strumento che vi consente di definire chiaramente i vostri obiettivi e vi aiuta a conseguirli. In questo modulo spieghiamo come redigere e implementare un piano personale.

IG presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.