Sterlina vittima delle vendite massicce

La divisa britannica è stata colpita dalle vendite nella notte che l'hanno portata a perdere un 10% in pochi istanti.

bg_pound GBP sterling 05
Fonte: Bloomberg

Rimane sotto pressione la sterlina dopo il crollo improvviso della notte scorsa. Il flash crash sembra essersi generato da una serie di ordini automatici scattati in un momento in cui la liquidià sulla divisa britannica era particolarmente scarsa. Proprio la bassa liquidità ha accentuato la portata della discesa. Probabilmente dietro questi movimenti si nascondono importanti fondi Hedge.

Qual è stato l'evento che ha scatenato ("trigger event") le vendite? E' difficile dirlo con certezza. Sta di fatto che le vendite sono partite poco dopo che il Financial Times aveva pubblicato un commento del presidente francese, Francois Hollande, durante una cena a Parigi con il presidente della commissione europea, Jean-Claude Juncker, e Michel Barnier, secondo cui il Regno Unito avrebbe pagato le conseguenze della decisione di uscire dalla Ue

La sterlina è precipitata improvvisamente verso tutte le valute mondiali, salvo poi rimbalzare. In questo momento, la sterlina rimane lontana dai livelli pre crash. Il cambio Eur/Gbp si sta spingendono nuovamente verso 0,91, dopo essere arrivato verso 0,93 nella notte.

Medesimo movimento verso il biglietto verde, con il cable che ora sta scendendo verso 1,22, ben distante dall'1,26 di ieri.

Che la sterlina proseguisse la discesa era abbastanza scontato, ma che lo facesse a questo ritmo probabilmente se lo aspettavano in pochi. A questo punto, tutti gli occhi rimarranno concentrati sulla riunione della Bank of England del 13 ottobre. Carney dovrebbe agire per cercare di salvaguardare la sterlina.

I deprezzamenti troppo violenti fanno male e peggiora sensibilmente le aspettative inflattive, il primo vero obiettivo di una Banca centrale. Pertanto, non escludiamo che Carney cercherà di sostenere la divisa allontanando per ora ulteriori tagli dei tassi.

Inizia a fare trading

Apri un conto e riceverai i segnali di trading dei nostri esperti.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.