Sterlina: forte volatilità dopo i dati sulle vendite al dettaglio

Forti oscillazioni per la sterlina dopo la pubblicazione di brillanti dati macroeconomici sulle vendite al dettaglio

bg_gbpusd_618367
Fonte Bloomberg

L’Office for National Statistics (ONS) ha comunicato che in Gran Bretagna le vendite al dettaglio hanno evidenziato un aumento dell’1,9% su base mensile, ben superiore alle aspettative del consensus fissate su un +0,4%.

Su base annuale l’incremento è stato pari al 6,5% (consensus +4,8%). L’indice core escludendo il settore dei trasporti ha mostrato un rialzo dell’1,7% m/m e del 5,9% a/a.

Alla pubblicazione del dato la sterlina ha evidenziato uno spike rialzista sui mercati valutari per poi retrocedere nel corso della mattinata.

Il cable è salito da 1,5420 fino a un picco intraday 1,5510 per poi scendere a 1,5460. Nell’ultima ora la volatilità è stata ai massimi settimanali (osservare, nel grafico orario, l’ATR a 14 periodi). Da un punto di vista tecnico la tenuta del supporto in area 1,5412 lascia inalterate le attese rialziste di breve che verranno confermate con il superamento della resistenza proprio a 1,5510. Sopra tale riferimento via libera a una estensione dell’ascesa verso gli obiettivi ipotizzabili a 1,56 (proiezione dell’ampiezza della fascia orizzontale che ha contenuto i prezzi dal 15 ottobre). Discorso diverso invece in caso di violazione al ribasso di 1,5412 preludio a un possibile calo verso 1,5350.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.