Sondaggio Brexit: 3° sondaggio IG, Leavers passano in vantaggio

A una settimana dal voto, la percentuale dei consensi pro Brexit supera quella dei pro UE.

sondaggio-brexit-3
Fonte: Survation, IG

Nel terzo sondaggio condotto da Survation per conto di IG sul Referendum Brexit, i consensi di coloro che sono favorevoli all'uscita dalla Ue hanno superato per la prima volta quelli di coloro che sono favorevoli al Remain.

Nel dettaglio, su oltre mille cittadini interrogati telefonicamente, il 45% si è detto favorevole all'uscita, mentre il 42% ha sostenuto la causa della permanenza. Gli indecisi sono stati il 13% (in netto calo dal 18% del secondo sondaggio). Le posizioni si sono capovolte rispetto alla rilevazione di tre settimane fa, quando il Remain guidava con 44% di consensi, mentre ai Leavers erano attribuiti il 38% dei voti.

Il medesimo risultato si ottiene se escludiamo gli indecisi, con le percentuali di coloro che sostengono la permanenza nell'Unione europea scesa al 48% (dal 54%), mentre i favorevoli alla Brexit salgono al 52% (dal 46%).

Il nostro terzo sondaggio (ne sarà pubblicato un altro il 21 giugno) sembra essere allineato a quelli pubblicati negli ultimi giorni, che hanno visto una crescente probabilità per la posizione Brexit. La nostra impressione è che molte persone che erano indecise si siano schierate a favore della Brexit.

Nonostante tutto, i bookmakers continuano ad assegnare una maggiore probabilità per il Remain camp (60%), seppur questa sia in diminuzione negli ultimi giorni.

Anche la nostra opzione binaria continua a mostrare una probabilità maggiore per la permanenza all'interno della Ue (62%), nonostante in mattinata sia scesa poco sotto il 56%.

La volatilità continuerà a farla da padrone da qui alla prossima settimana e l'incertezza sul risultato rimane altissima. A dimostrazione di ciò, la volatilità implicita misurata della sterlina contro l'euro, misurata sulle opzioni, ha toccato il valore più alto di sempre.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.