Si ferma l’apprezzamento del real brasiliano, sale il malcontento per il governo Temer

A maggio il real ha perso leggermente terreno, incertezza sul futuro ma attenzione ai prezzi delle commodities

bg_sugar_cane_1322356

Negli ultimi giorni sono circolate le notizie su un crescente malcontento dei brasiliani per il governo temporaneo di Michel Temper. Alcune migliaia di persone sono scese in piazza a San Paolo e Rio de Janeiro per manifestare in favore del ritorno del presidente sospeso Dilma Rousseff.

Nelle scorse settimane infatti il Senato brasiliano ha dato il via libera al processo per impeachment per Dilma Rousseff che è stata inoltre sospesa da tutti gli incarichi per almeno 6 mesi.

L'accusa a carico del presidente carioca è quella di aver manipolato il bilancio dello Stato prima delle elezioni del 2014 al fine di mascherare l'enorme deficit pubblico del Paese.

Il suo sostituto, Temer, salito al potere il 12 maggio ha nominato nuovi ministri, formando un governo totalmente composto da uomini. Temer ha subito iniziato un processo di riforme consistenti in tagli alla spesa pubblica e privatizzazioni. Dopo 13 anni di governo del Partito dei Lavoratori, Temer ha voluto dare un cambio di marcia significativo e incominciare a risanare i deboli conti pubblici.

Crediamo che l’instabilità politica abbia avuto un forte impatto sulle quotazioni della divisa brasiliana ma un supporto maggiore è stato dato dal rialzo dei prezzi delle commodities.

Il Brasile uno dei principali paesi esportatori di materie prime ha sofferto terribilmente dal pesante ribasso evidenziato nel 2015. Le commodies nel 2016 hanno mostrato una reazione importante, recuperando gran parte del terreno perso lo scorso anno. Se osserviamo il Bloomberg Commodity Index possiamo notare come nel 2015 abbia evidenziato un ribasso del 26%, da inizio anno ha recuperato 7 punti percentuali.

Il cambio USD/BRL dopo aver toccato a fine aprile a 3,46 minimi che non si vedevano da fine agosto ha evidenziato a maggio una reazione fino a 3,60. Crediamo che nel medio periodo siano ancora vive le prospettive grafiche ribassiste. Riteniamo che l’eventuale cedimento del supporto a 3,46 getterebbe le basi per una estensione della discesa verso i target a 3,25. Attenzione alla forte volatilità nel breve.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.