Settimana ad alta tensione in vista Fed, Pil Usa e inflazione eurozona

Il mercato sta metabolizzando i risultati degli stress test sulle banche europee rilasciati ieri, ma l'attenzione rimane rivolta anche ai molti eventi che ci saranno in settimana.

bg_trading_floor_13313521
Fonte: Bloomberg

L'ottava che si è appena aperta sarà particolarmente ricca di dati macroeconomici ed eventi importanti. L’attenzione verrà concentrata principalmente sul meeting della Federal Reserve, che culminerà mercoledì sera con le decisioni di politica monetaria del FOMC. Il mercato ha ormai metabolizzato la cessazione del piano di acquisto asset (Quantitative Easing, QE), attualmente pari a 15 miliardi di dollari al mese. Le attenzioni, pertanto, saranno rivolte a ogni eventuale riferimento al rialzo dei tassi di interesse. Probabilmente i membri del FOMC potrebbero far riferimento ai crescenti rischi ribassisti (downside risk) dovuti al rallentamento globale e alla lenta crescita dei prezzi al consumo per allontanare questa ipotesi. L’impatto sul mercato mercoledì potrebbe essere stemperato dall’attesa dei dati preliminari sul Pil Usa del 3° trimestre, in agenda giovedì. Alla luce dei recenti dati, la sensazione è che il Pil dovrebbe mostrare ancora un rialzo impressionante. In Europa, l’attenzione sarà rivolta ai dati tedeschi. Dopo l'Ifo di questa mattina, domani ci saranno le vendite al dettaglio, mentre giovedì sarà rilasciata la stima flash sull’inflazione di ottobre. Quest’ultimo precede il dato dell’eurozona ed entrambi saranno tenuti sotto stretta osservazione dal mercato per le eventuali decisioni della BCE sul QE. 

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.