S&P500 vola con volumi record dopo minute Fomc

Gli acquisti sugli indici Usa sono scattati dopo la pubblicazione dei verbali della Federal Reserve.

bg_wall_street_973269
Fonte: Bloomberg

Gli investitori sembrano aver dato peso ai dubbi espressi dalla Fed sul dollaro forte e alle basse prospettive di crescita dell'economia globale. Quelle considerazioni assumo molta importanza se consideriamo poi che i verbali risalgono a metà settembre.
Nelle ultime settimane, difatti, il dollaro ha continuato ad apprezzarsi in maniera abbastanza violenta, e i dati sulla crescita dell'Europa, e in particolare della Germania, sono stati a dir poco pessimi.
Dietro questi timori si maschera un periodo ancora lungo di tassi bassi, alla luce soprattutto delle basse prospettive di crescita dell'inflazione, che da gennaio è diventato un target di politica monetaria della Banca centrale Usa.
La reazione sui mercati non si è fatta attendere. I listini sono schizzati con performance che non si vedevano da oltre un anno e i volumi sono stati impressionanti.
L'S&P500, dopo un test rapido ai minimi da inizio mese a 1.925 punti, ha accelerato al rialzo, arrivando verso quota 1.970 punti. Solo un superamento di area 1.975 aprirebbe a un allungo verso quota 2 mila punti e poi 2.020 punti, massimi storici.
Solo una riproposizione sotto 1.950 punti potrebbe aprire a un ritorno verso 1.925 punti e poi verso i minimi di agosto a 1.900 punti.
 

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.