Reazione di Shanghai e Shenzhen dopo dati cinesi

Le borse cinesi evidenziano un rialzo superiore ai tre punti percentuali dopo la pubblicazione delle cifre macroeconomiche

bg_Shanghai_China_PX00235_9
Fonte Bloomberg

C’era tanta attesa per valutare le cifre macroeconomiche in Cina. I dati sul PIL sono stati deludenti ma in linea con le previsioni. Aumentano, tuttavia, le attese degli investitori su prossimi stimoli da parte del Governo per rilanciare l’espansione delle attività economiche.

Nel dettaglio in Cina è stato comunicato che il PIL nel 2015 ha evidenziato un incremento del 6,9% confermando le aspettative degli addetti ai lavori. E’ il dato più basso degli ultimi 25 anni. Nel 2014 la crescita è stata pari al 7,3%.

Nel quarto trimestre il PIL ha mostrato un incremento del 6,8% (consensus +6,9%). A dicembre la produzione industriale ha segnato un +5,9% a/a (stime +6,0%), le vendite al dettaglio +11,1% (consensus +11,3%).

Cifre deludenti ma sostanzialmente in linea con le previsioni.

Il presidente Xi Jinping ha promesso di voler mantenere la crescita del PIL cinese superiore al 6,5% nel prossimo quinquennio. Per sostenere tale scelta il Governo dovrà intraprendere misure espansive importanti, ulteriori stimoli per rilanciare la crescita.

Ultimamente le misure dell’esecutivo e della banca centrale (la PBoC – People’s Bank of China) sono state molto confuse. In Borsa era stato introdotto a inizio anno il circuit breaker (ovvero la sospensione dei mercati in caso di forti ribassi) poi tolto dalle autorità finanziarie avendo causato ancora più volatilità. La divisa nazionale, lo yuan, è stata svalutata più volte dall’istituto centrale per poi obbligare la stessa PBoC a intervenire sul mercato impiegando notevoli risorse per evitare una caduta troppo veloce.

Tanta confusione in un paese in perenne lotta per cambiare il proprio sistema economico da un modello basato su investimenti e esportazioni a uno legato alla crescita dei consumi.

Oggi le Borse festeggiano con rialzi superiori ai tre punti percentuali. Shanghai ha evidenziato un incremento del 3,25% (Shanghai Composite Index) e Shenzhen del 3,57% (Shenzhen Composite Index).

Sulla piattaforma IG l’indice China 300 dà continuità alla reazione partita da inizio settimana riportandosi al di sopra dei 3 mila punti. Solamente l’eventuale superamento della resistenza a 3200 punti allenterà le tensioni di breve permettendo una estensione dell’allungo in direzione di 3300 e 3410, rispettivamente 50% e 61,8% del ritracciamento di Fibonacci della discesa dai top del 22 dicembre. Discorso ben diverso, invece, in caso di cedimento di 2868, preludio a una ulteriore caduta verso target ipotizzabili a 2700 e 2600.

 

 

 

 

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.