Nasdaq vola ai massimi storici

Chiude sui nuovi massimi l'indice Nasdaq Composite, superando il precedente record di marzo del 2000.

Nasdaq
Fonte: Bloomberg

La performance di Apple e di altri big del settore ha permesso all'indice tecnologico più importante del mondo di raggiungere i massimi che non si vedevano prima dello scoppio della Dot.com bubble.


Molti investitori iniziano a chiedersi se a questi livelli l'indice non sia sovrappesato e possa essere in una nuova bolla. Rispetto al 2000 la situazione è ben diversa questa volta. All'inizio del millennio i rialzi erano stati guidati più dalla speculazione che gli utili delle aziende sarebbero saliti nel corso del tempo e non dalle prospettive concrete di sviluppo. Quando poi queste aspettative sono state disattese il mercato è crollato.


Questa volta, invece, molte delle aziende del settore macinano utili trimestre dopo trimestre. Basta dire che Apple è l'azienda che ha la più alta capitalizzazione del mondo, con oltre 700 miliardi di dollari di valore di mercato e ha riserve in cash per 150 miliardi. L'esplosione dei social network in concomitanza con lo sviluppo di prodotti che permettono l'accesso a internet da mobile, come tablet e smartphone, ha fatto poi il resto.


Probabilmente questa volta l'indice tenterà di allungare verso nuovi massimi. Per il Nasdaq Composite, che ieri ha chiuso a 5.056 punti, si aprono ora nuovi scenari di rialzo verso i target a 5.200 punti e poi a 5.500 punti.


Anche il Nasdaq 100, che include le prime 100 aziende più rappresentative del settore, potrebbe continuare la sua ascesa. Dal punto di vista tecnico, il Nasdaq 100 si è fermato ieri a 4.500 punti. Il superamento di questo ostacolo potrebbe rilanciare le quotazioni verso 4.700 punti e poi da qui a 4.830 punti. Il target principale rimane sul livello psicologico di 5.000 punti.
Il primo livello di supporto rimane a 4.330 punti, e poi a 4.275, bottom di inizio aprile. Solo un cedimento di questo supporto potrebbe aprire a un affondo più marcato verso i minimi di dicembre e inizio anno a 4.090 punti. Questo supporto è decisivo affinché il quadro non si deteriori ulteriormente.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Le basi del trading

  • Prezzi e ponderazione

    Scoprite la finalità degli indici azionari e come questi vengono elaborati. Imparate come ottenere una posizione su questi mercati volatili avvalendovi di uno dei prodotti di trading più diffusi al mondo.

  • Errori comuni del trading

    La psicologia è un elemento chiave del trading finanziario e il modo in cui percepite e reagite nei confronti del trading può essere determinante per il vostro successo. In questo modulo analizziamo alcuni elementi della psicologia del trading e identifichiamo gli errori comuni ai quali prestare attenzione.

  • Modalità di vendita allo scoperto

    La vendita allo scoperto consente ai trader di ottenere un profitto in un mercato ribassista o di proteggere gli investimenti esistenti. Scoprite come e perché la vendita allo scoperto può diventare il componente chiave di una strategia di trading equilibrata.

IG presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.