Italia, investitori apprezzano fine dell'instabilità

Il governo M5S-Lega mette fine a tre mesi di incertezza.

bg_italy_rome_parliament_1313279
Fonte: Bloomberg

Mattinata in recupero per i listini europei, con Piazza Affari che rimane la migliore. Buona reazione anche sul comparto governativo, con i BTp in rialzo e rendimenti in calo. Gli investitori sembrano aver apprezzato più la fine dell’instabilità che perdurava da 3 settimane (e dopo 90 giorni di incertezza) e non il governo in sé. Anche il mancato ritorno alle urne nel breve, fattore questo che avrebbe potuto aprire a un governo ancora più estremista, sembra giovare agli operatori.

Così, il ritorno del governo del cambiamento, con Giuseppe Conte presidente del Consiglio, è stato salutato bene dal mercato. Dopo il conferimento dell’incarico è stata presentata anche la lista dei ministri, che vedono la discussa figura di Paolo Savona al dicastero degli Affari Ue. Oggi alle 16 si terrà il giuramento dei 18 ministri davanti al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, mentre la fiducia davanti alle Camere è prevista per l’inizio della prossima settimana.

I mercati stanno tornando verso i livelli di inizio settimana, quando l’incertezza ha iniziato a scatenarsi sugli asset italiani con particolare violenza. Rimangono però molti dubbi e incertezze sul neo governo, su tutti come intende finanziare l’ambizioso programma di espansione fiscale (flat tax e reddito di cittadinanza).

Per questo motivo crediamo che l’ottimismo non dovrebbe durare a lungo. I mercati potrebbero arrivare sui livelli di chiusura di venerdì scorso, quando il governo gialloverde attendeva solo il benestare del Presidente della Repubblica. Vale a dire FtseMib verso 22.500, non lontano in realtà dai livelli attuali, e il rendimento sul BTP10 anni al 2,40%, mentre lo spread vs Bund potrebbe stabilizzarsi poco sopra 200pb.

Con il giuramento di oggi, l’Italia potrebbe farsi da parte per un po’ nell’agenda degli investitori, che tornano a guardare con un certo timore al protezionismo statunitense, dopo i dazi imposti a Canada, Messico e Ue su acciaio e alluminio. Si temono ora ritorsioni. Gli Usa riprenderanno nei prossimi giorni i colloqui con la Cina e un inasprimento dei toni potrebbe riportare le vendite sui mercati.

Oltre alla guerra commerciale, l’attenzione rimane tesa anche su Deutsche Bank, dopo le notizie trapelate ieri. Il titolo in borsa è stato bersagliato dalle vendite e le incertezze non sembrano essere finite qua.

Infine, da monitorare anche la situazione in Spagna, con Rajoy che dovrebbe andare verso una sfiducia oggi e dovrà lasciare l’incarico a favore di Pedro Sanchez, che ha già ottenuto l'appoggio incondizionato del segretario di Podemos, Pablo Iglesias.

Inizia a fare trading

Apri un conto e riceverai i segnali di trading dei nostri esperti.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.