Giappone tassi negativi. Abenomics risorgerà?

Nel paese nipponico le autorità finanziarie sorprendono i mercati e abbassano nuovamente i tassi portandoli in negativo

bg_japanese_traders_1204373
Fonte Bloomberg

La difficile situazione in Giappone ha costretto la Bank of Japan ad abbassare i tassi d’interesse in territorio negativo allo 0,10%. La decisione è stata sofferta visto che la maggioranza è stata molto risicata (5 voti a favore contro 4 contrari). Il governatore dell’istituto centrale, Haruhiko Kuroda, ha ribadito che ci potranno essere ulteriori tagli dei tassi d’interesse in caso fosse necessario per fronteggiare la deflazione.

Proprio oggi sono stati pubblicati i dati sugli indici dei prezzi al consumo. L’indice generale ha mostrato a dicembre un rialzo dello 0,2% su base annuale, l’indice core (esclusi energetici e alimentari) dello 0,8%. Gli indici che fanno riferimento all’area di Tokyo e relativi al mese di gennaio sono stati ben inferiori alle aspettative. L’indice generale (Tokyo) ha registrato un calo dello 0,3% (consensus nessuna varazione) l’indice core (Tokyo) un incremento dello 0,4% (stime +0,6%).

Deflazione alle porte e dati industriali pesanti. Oltre all’indice sui prezzi al consumo anche produzione industriale (-1,6% a/a) e spesa delle famiglie (-4,4% a/a) hanno particolarmente deluso le aspettative del mercato.

Cifre che lasciano intendere come la Bank of Japan fosse con le spalle al muro. Ma non solo. Anche l’Abenomics (il sistema economico lanciato da Shinzo Abe, fondato su politica fiscale flessibile, politica monetaria espansiva e riforme strutturali) continua a essere sotto osservazione. Aumentano soprattutto i dissensi in campo economico. Ricordiamo inoltre che l’architetto dell’Abenomics il ministro dell’Economia Akira Amari si è dovuto dimettere nei giorni scorsi per un grave scandalo di corruzione. Un colpo durissimo per il Governo Abe la perdita dell’uomo che ha progettato gran parte delle riforme strutturali nel paese (ruolo di primo piano negli accordi di libero commercio TPP).

L’Abenomics è destinata quindi a fallire?                                                        

Crediamo che da dicembre 2012 quando Abe ha preso l’incarico sono stati fatti molti progressi. Le condizioni economiche globali hanno inferto un terribili colpo ai piani economici dell’esecutivo nipponico. Soprattutto il calo dei prezzi energetici ha fatto tornare lo spettro della deflazione.

Riteniamo che Governo e BoJ continueranno per tutto il 2016 a fronteggiare i rischi di deflazione con tutti i mezzi necessari.

Ci aspettiamo ulteriori manovre espansive e un indebolimento dello yen sui mercati valutari.

 

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Le basi del trading

  • Modalità di trading

    Quali componenti essenziali per la produzione di tutti gli altri beni, le commodities (o materie prime) sono di vitale importanza per le moderne economie. Scoprite come queste risorse naturali, volatili eppure inestimabili, si collocano nel più ampio mondo del trading.

  • Spiegazione sugli indici

    Scoprite la finalità degli indici azionari e come questi vengono elaborati. Imparate come ottenere una posizione su questi mercati volatili avvalendovi di uno dei prodotti di trading più diffusi al mondo.

  • Fare trading sul Forex

    Scoprite come funziona il mercato finanziario più grande e più liquido del mondo. Spiegheremo come avviene la negoziazione delle valute estere e vi forniremo le nozioni indispensabili per accedere a questo importante mercato.

IG presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.