Gbp/Usd al test dei minimi del 2013

Non si arresta la discesa del cambio tra la sterlina e il dollaro statunitense, che questa mattina ha aggiornato i nuovi minimi da luglio 2013.

Cable Gbp/Usd
Fonte: Bloomberg

I brutti dati arrivati ieri dalle vendite al dettaglio Usa hanno portato a una debolezza solo temporanea del biglietto verde. Nel corso della notte la divisa a stelle e strisce ha ripreso la sua marcia. A questo punto molti operatori rimangono in attesa del meeting della Fed della prossima settimana, dove la Yellen potrebbe lasciar trasparire qualche delucidazione in più sul timing del rialzo dei tassi.

Sebbene anche la Bank of England rimanga in rotta per un rialzo dei tassi, in questo momento il mercato sembra scontare il fatto che la decisione della Fed anticipi di un semestre circa quella della BoE.

Dal punto di vista tecnico, il cable si è portato in area 1,48, minimi assoluti del 2013. Il supporto qui è molto forte, pertanto è lecito attendersi un tentativo di reazione. La prima area di pull back si colloca a 1,50, mentre il livello successivo rimane a 1,5140, top di marzo. L’eventuale perforazione di 1,48 riaprirebbe le prospettive ribassiste di medio lungo periodo, con il target principale a 1,42, minimi del 2010.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

IG presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.