FtseMib tornerà ad allinearsi a indici internazionali

Dopo le montagne russe vissute nell’ultima settimana borsistica oggi l’andamento del principale indice azionario italiano dovrebbe tornare a normalizzarsi.

Dopo il voto di fiducia di ieri, gli operatori sembrano credere ora che il governo possa avere vita più facile nei prossimi mesi, nonostante le sfide all’orizzonte restino difficili. Anche il Ftse Mib potrebbe tornare ad allinearsi alle performance degli altri indici internazionali, con gli investitori che hanno scommesso sulla fiducia a Letta che preferiranno fare “cassa” viste le incertezze che regnano in Usa. Scarso impatto è atteso dall’avvertimento che Moody’s ha lanciato ieri sull’Italia dato che a nostro avviso è stato già ampiamente scontato dai prezzi di borsa. Dal punto di vista tecnico, l’indice, dopo aver aggiornato ieri i massimi da oltre 2 anni a 18.300 punti, è riuscito a chiudere poco sotto area 18.100 punti. Oggi potrebbe tentare di dar seguito a una correzione fisiologica con discese sino a 17.900 punti che sarebbero del tutto fisiologiche. Solo un cedimento di quest’area potrebbe aprire a una discesa verso 17.630 punti, interessante resistenza a maggio nonché supporto della scorsa settimana. Rimane questo un ostacolo importante per evitare una sensibile perdita di spinta. Indicazioni positive arriverebbero sopra i 18.300 punti, preludio per un allungo verso 18.500.

Strategia operativa intraday: Short sotto 18.100 punti con primo target 18.000 e successivo a 17.900. Long solo con superamento di 18.200, target a 18.300.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.