Ftse Mib, cedimento 17.750 punti apre al raggiungimento minimi di fine settembre

Rimane alta la volatilità del FtseMib in attesa della decisione del Fomc che sarà resa nota questa sera alle 20.

Prima di allora, ci proveranno i dati macro a dare direzionalità al mercato. Gli operatori sono in attesa dell’indice Ifo sulla fiducia delle imprese tedesche, dopo il dato brillante dello Zew rilasciato ieri. Tra gli altri dati, presenti in agenda anche il tasso di disoccupazione in Gran Bretagna e l’avvio di nuovi cantieri edilizi in Usa.

Dal punto di vista tecnico, nell’ultima settimana ha oscillato intorno ai 18.000 punti con una volatilità sostenuta. La tendenza ribassista avviata da inizio novembre potrebbe non essere terminata qui. Nel caso la Fed dovesse decidere di dare avvio al tapering, è lecito attendersi un ulteriore affondo nelle prossime sedute in direzione dei minimi di fine settembre a quota 17.200 punti, dove passa anche il 50% del ritracciamento di Fibonacci nell’ascesa estiva. Chiave sarà la rottura del supporto collocato a 17.750 punti (top di agosto e minimi delle ultime sedute). Indicazioni positive giungerebbero con il superamento dei massimi delle ultime due sedute a 18.200 punti, che potrebbe gettare le basi per un ritorno verso i 18.400 punti.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

IG presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.