Euro/dollaro: rompe il supporto a 1,1754

Piano OMT è compatibile con il Trattato europeo

bg_eurusd_713880
Fonte Bloomberg

Sempre debole il cambio euro/dollaro a 1,1770 in attesa dei dati sulle vendite al dettaglio negli Stati Uniti che saranno comunicati nel primo pomeriggio. Intanto in Europa è arrivato il parere favorevole dell’avvocatura generale della Corte di Giustizia in merito alla legittimità del piano OMT lanciato dalla BCE nell’estate 2012 per risolvere la crisi debitoria. Quello di oggi è comunque parere non vincolante, ma fornisce le linee guida sulla decisione finale (che generalmente conferma il parere iniziale) che sarà comunicata tra 4-6 mesi. Il parere favorevole che era scontato dal mercato aiuta comunque Draghi per annunciare la prossima settimana un piano di acquisto di titoli di stato. In un’intervista al giornale tedesco Die Zeit il governatore della BCE ha affermato che l’istituto di Francoforte vaglierà tutte le possibilità all’interno del suo mandato ma tali possibilità non sono comunque infinite.

Dal punto di vista tecnico il cambio ha rotto l’importante sostegno a 1,1754 per scendere fino a 1,1730 e mettendo nel mirino il prossimo obiettivo a 1,1645, bottom del novembre 2005. Rialzi fino a 1,1875 non modificheranno le prospettive ribassiste di medio/breve periodo. Solamente una perentoria vittoria della resistenza a 1,1875 potrebbe ridare fiato al cambio e permettergli di recuperare un po’ del terreno perso negli ultimi mesi. 

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.