Eur/Usd combattuto tra Grecia e NFP

Euro in recupero questa mattina sui mercati valutari in una ultima seduta di settimana che si preannuncia molto calda.

bg_Greece_AX089_20CD_9
Fonte: Bloomberg

Gli operatori terranno l’attenzione rivolta agli eventi di questo pomeriggio, che vedranno protagonisti la Grecia e i dati Usa.

L’accettazione da parte del FMI del rimborso in un'unica soluzione (“bundling”) delle 4 tranche di prestiti dovuti a giugno non sembra aver calmato i mercati. L’adesione a questa clausola prevista specificatamente dal FMI sin dagli anni ’70, non veniva applicata da 35 anni (ultimo caso ha riguardato la Zambia nel 1980).

Sebbene questa soluzione conceda più tempo alle trattative tra Atene e i creditori europei, gli investitori sembrano ormai aver perso la calma. Questa decisione continua ad essere vista come una misura per comprare tempo in clima ormai che vede le casse dello Stato vuote. E' da febbraio che le trattative vanno avanti, pertanto non c'è ragione per credere che qualche settimana in più possa cambiare più di tanto le posizioni tra le parti.

Questo pomeriggio il premier Tsipras sottoporrà al Parlamento ellenico le controproposte avanzate dai creditori europei. I termini dell’accordo sembrano essere ancora lontani, soprattutto sul tema pensionistico e sulle privatizzazioni, pertanto è lecito attendersi che non ci sia nessuno ok definitivo oggi. Lo stesso Tsipras ha fatto sapere ieri che Atene non è costretta ad accettare nessuna proposta.

Da non sottovalutare i dati che arriveranno dal mondo del lavoro statunitense nel pomeriggio. I dati dovrebbero essere particolarmente positivi (consenso +225.000 unità), come hanno già anticipato anche le stime ADP in settimana. Crediamo che solo dei dati molto lontani dal consenso possano spostare le aspettative di un rialzo dei tassi da parte della Fed, mentre delle stime in linea con le attese potrebbero confermare un primo ritocco dei tassi già a settembre. Non crediamo che il monito arrivato dal FMI nel pomeriggio di ieri possa avere un'influenza sulle scelte di politica monetaria della Banca centrale più importante del mondo.

Cosa aspettarsi dai mercati?

Dei dati migliori delle attese in arrivo dagli Stati Uniti e un nulla di fatto in Grecia dovrebbero dare spazio a un discesa sensibile per il cambio eur/usd. Il primo supporto passa per 1,1180 e il successivo a 1,1060. Attenzione dovrebbe essere prestata se le figure statunitensi dovessero risultare peggiori delle attese. Le resistenze più interessanti rimangono collocate a 1,1280, il cui superamento aprirebbe a un allungo verso 1,1380, massimi di questa settimana. Il target più importante rimane a 1,15.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.