Eur/Jpy resiste sopra area 145,60

Rimbalza sul supporto il cambio Eur/Jpy, dopo la correzione della scorsa settimana in scia alle parole di Draghi.

bg_japan yen 03
Fonte: Bloomberg

Sebbene il mercato si stia creando l’aspettativa di un QE della Bce nel meeting di dicembre, per ora gli operatori sembrano prezzare di più la concretezza della Bank of Japan nel portare avanti politica espansiva ad ogni costo. Le difficoltà e i dibatti sulle nuove manovre che la Bce si appresta ad adottare mantiene la moneta unica relativamente più forte rispetto allo yen.

Questa settimana il focus rimarrà sulla seduta di venerdì, quando arriveranno una serie di dati dal Giappone, in particolare sulla produzione industriale, sull’inflazione e sulle vendite al dettaglio, mentre nella zona euro sono attese le figure preliminari sull’inflazione di novembre.

Dal punto di vista tecnico, il cross Eur/Jpy sembra difendersi sopra area 145,60, livello di pull back dopo l’allungo della scorsa settimana. Il supporto qui è forte dato che coincide con i picchi di dicembre 2013. Per ora il movimento ribassista è da inquadrarsi come una correzione dopo il forte ipercomprato che si è generato la scorsa settimana (visibile nell’RSI). In ottica trading, solo un superamento dei 147,40 potrebbe aprire a un allungo verso 148,30 e poi a 149, top della scorsa settimana. L’ostacolo qui è molto forte, anche in vista delle possibili manovre di Draghi. Il primo livello di supporto è a 146,60, minimi della notte, mentre il successivo rimane proprio sul pull back delle scorse sedute (a 145,60). Solo un cedimento di questo supporto potrebbe aprire a un affondo verso quota 143,80-143,50, precedente top di marzo 2014.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.