Eur/Aud, supporto strategico a 1,4570

Torna ad apprezzarsi il dollaro australiano dopo la decisione della Banca centrale di lasciare il tasso di riferimento invariato al 2,5%.

Il recupero è stato piuttosto contenuto e questo a causa probabilmente dei dati deboli che sono venuti fuori dalle vendite al dettaglio australiane di aprile (+0,2% m/m contro le attese di +0,4%) e dalle indicazioni poco convincenti emerse dal PMI manifatturiero cinese redatto da HSBC (passato a 49,4 punti dai 49,7 di aprile). Oggi le attenzioni degli operatori saranno rivolte ai dati sull’inflazione dell’eurozona, elemento chiave per l’adozione di nuove misure espansive della Bce. L’indice preliminare dei prezzi al consumo dovrebbe mostrare un rallentamento della crescita a maggio in scia a quanto già evidenziato ieri dai dati tedeschi. Ormai per il consiglio direttivo si tratta solo di scegliere lo strumento più appropriato.

Dal punto di vista tecnico, il cambio Eur/Aud si sta allontanando dai picchi di ieri a 1,4750 e ha toccato questa mattina 1,4660. Il supporto strategico rimane a 1,4570, doppio minimo di maggio e massimi di ottobre 2013. Solo il cedimento di questo livello aprirebbe a una discesa marcata verso 1,4150. Al rialzo, sarà necessario superare nuovamente l’area di 1,4760 per sperare in un ritorno sulla soglia di 1,4875, top delle ultime due settimane.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.