Deutsche Bank: opportunità di acquisto?

Ieri la banca tedesca ha perso quasi otto punti percentuali sulla scia dei conti deludenti

bg_deutsche_bank_1379279
Fonte Bloomberg

Dopo il crollo di ieri Deutsche Bank registra una sessione in leggero calo ma in recupero rispetto ai valori di apertura. In avvio infatti l’istituto tedesco ha segnato nuovi minimi delle ultime tre settimane a 24,93 per poi risalire a 25,50. Da un punto di vista tecnico il titolo ha rimbalzato dal supporto in area 24,90, ultimo dei ritracciamenti di Fibonacci dell’ascesa dai bottom di fine settembre. Crediamo che la tenuta di tale supporto sia la condizione necessaria per creare i presupposti per una reazione dei prezzi verso gli obiettivi posizionati a 27 euro e 28 euro. Discorso ben diverso, invece, in caso di cedimento del sostegno a 24,90 preludio a un possibile calo verso gli strategici supporti in ottica di lungo periodo situati in area 23 euro.

Ricordiamo come ieri Deutsche Bank abbia evidenziato uno scivolone a Francoforte sulla scia della cancellazione del dividendo per gli esercizi 2015 e 2016 decisa dal nuovo amministratore delegato John Cryan, intenzionato a risanare i conti del principale istituto tedesco. Oltre all’abolizione temporanea del dividendo Cryan proseguirà con il taglio del personale (9 mila posti entro il 2018) e la cessione delle attività in 10 paesi (soprattutto in SudAmerica e NordEuropa).

Crediamo che il piano di ristrutturazione portato avanti da Cryan fosse necessario per riorganizzare un istituto arrivato a perdere 6 miliardi di euro in un solo trimestre. 

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.