Democratici: domani si voterà in South Carolina, ultimo voto prima del Super Tuesday

Hillary Clinton è ampiamente favorita per aggiudicarsi anche il South Carolina, sbaragliando il proprio avversario Bernie Sanders

bg_us_flag_1325298
Fonte: Bloomberg

Domani in South Carolina si terranno le primarie del partito Democratico. Secondo gli ultimi sondaggi Hillary Clinton dovrebbe aggiudicarsi il 64% dei consensi. Il suo principale avversario alla conquista della nomination democratica è Bernie Sanders che secondo i recenti polls avrebbe solamente il 14% dei sondaggi.

La Clinton ha già vinto in Iowa (di strettissima misura) e in Nevada. Sanders al momento si è aggiudicato i consensi del New Hampshire.

Il forte vantaggio della Clinton dovrebbe permettere facilmente all’ex Segretario di Stato di Barack Obama di vincere in South Carolina, prendendo così uno slancio ottimale per il Super Tuesday di settimana prossima.

Ricordiamo, infatti, come martedì prossimo si voterà in 14 stati (tra primarie e caucus repubblicani e democratici). Se guardiamo solamente al voto democratico gli stati sono solo 11 (Alabama, Arakansas, Colorado Caucus, Georgia, Massachusetts, Minnesota Caucus, Oklahoma, Tennessee, Texas, Vermont, Virginia) oltre al Caucus di American Samoa e al voto dei democratici all’estero.

La Clinton continua a essere sempre più popolare tra gli Afro-americani, guadagnando ogni giorno consensi tra la comunità nera statunitense. Molti politologi stanno elogiando la campagna elettorale di Hillary proprio per aggiudicarsi le preferenze degli afro-americani, con storie concrete e personali indirizzate a coinvolgere la comunità rispetto ai discorsi astratti di Bernie Sanders su arresti e tassi di incarcerazione.

Guardando alle quote dei siti britannici di scommesse Hilary Clinton è data come super favorita, Bernie Sanders a 6. 

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.