Dax ai minimi da maggio, prossimo supporto a 9.400 pt

Brutta accelerazione ribassista per il Dax questa mattina in scia ai dati peggiori delle attese pubblicati da alcune società tedesche.

bg_dax_1369829
Fonte: Bloomberg

Le maggiori perplessità degli investitori sembrano arrivare dalla debolezza dell'economia nell'eurozona, tornata nella debolezza dopo i segnali positivi arrivati a cavallo tra il 2013 e il 2014.

Neanche il dato sull'occupazione, risultato migliori delle attese, è stato in grado di risollevare il sentiment del mercato. Gli operatori sembrano attendere le figure sull'inflazione, previste alle 11. Dati sotto le attese potrebbero aprire a un tentativo di recupero sull'aspettativa di un intervento deciso della Bce sul fronte acquisto asset.

Dal punto di vista tecnico, l’accelerazione ribassista di questa mattina ha portato l’indice tedesco ai minimi da inizio maggio, a quota 9.500 punti. La violazione della trend line rialzista principale, che ha sostenuto il rally nell’ultimo anno, lascerebbe pensare a una prosecuzione della discesa.

L’indice potrebbe dirigersi ora verso il supporto collocato a 9.400 punti, minimi di inizio maggio e area di transito della media mobile a 200 giorni su cui l’indice è tornato più volte negli ultimi due anni. Solo l’eventuale discesa sotto questo supporto potrebbe aprire a un affondo marcato in grado di portare l’indice tedesco verso 9.000-8.900 punti, minimi da inizio anno.

Per ora i massimi di giugno a 10.040 punti si configurano sempre di più come un triplo massimo, che potrebbero anticipare un'inversione del trend rialzista degli ultimi anni.

dax

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.