Dax, scosse di assestamento dopo ponte festivo

Apertura volatile per l'indice tedesco dopo il lungo ponte festivo.

Dax
Fonte: Bloomberg

Tornano a normalizzarsi i volumi di scambio sulle borse europee dopo che ieri sono rimasti abbastanza compressi per la chiusura delle piazze finanziarie di Londra, Francoforte e Wall Street.

I cali che hanno segnato ieri gli indici della periferia, soprattutto Milano e Madrid, questa mattina stanno interessando anche il Dax e il Ftse 100. Stiamo assistendo a un riallineamento degli indici.

Oggi la seduta sembra essere dominata ancora una volta a ogni possibile news che arriverà sul tema Grecia. Sebbene il fronte ellenico possa contribuire a portare volatilità ai mercati, la direzionalità sarà dettata dai dati che arriveranno dagli Stati Uniti.


Oggi sono attese le figure sugli ordini di beni durevoli di aprile, la fiducia dei consumatori e le vendite di nuove abitazioni. Se questi dati dovessero risultare deludenti, potrebbero alimentare delle vendite di dollari sul mercato.


Dal punto di vista tecnico, l'indice Dax, dopo aver aggiornato i nuovi massimi da un mese a questa parte in apertura, a 11.927 punti, ha poi virato bruscamente in negativo, tornando ai minimi da una settimana (a 11.680). L'area di supporto interessante rimane a 11.640 punti. Solo al di sotto di questo livello l'incertezza delle ultime settimane potrebbe rifarsi sotto ed aprire a un ritorno verso 11.400-11.380.


La prima resistenza rimane collocata a 11.870 punti, il cui superamento aprirebbe al raggiungimento del target collocato a 11.930 punti. Il livello principale rimane però a 12.050 punti, massimi di fine aprile, e poi a 12.400 punti, record storici.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.