Chf/Jpy: nuovi top degli ultimi 32 anni

Il cross ha superato il limite di 122, attestandosi nelle ultime ore a 122,64

bg_japanese_retail_1412270
Fonte Bloomberg

Il cambio tra il franco svizzero e lo yen ha toccato nuovi record sulla scia della debolezza della divisa giapponese dopo la riunione del consiglio direttivo della Bank of Japan. I membri del Board hanno deciso con voto a maggioranza (8-1) di mantenere invariata la politica monetaria espansiva (tassi bassi e piano di QE per un ammontare pari a 80 mila mld di yen all’anno). Kuroda ha espresso i timori che l’inflazione possa scendere al di sotto dell’1% sulla scia del forte calo dei prezzi energetici. Crediamo che la “stance” accomodante della BoJ possa continuare ancora per un lungo periodo di tempo, provocando ulteriori indebolimenti dello yen.

Dal punto di vista tecnico la lunga fase di consolidamento che aveva mostrato il CHFJPY nel 2014 è giunta al termine grazie al superamento della resistenza a 119,18, picco di fine dicembre 2013. Un trend rialzista ripartito con una forte accelerazione mostrata anche dagli indicatori di forza della tendenza (ADX 14g ampiamente sopra i 40 punti). Il cross è arrivato a superare anche la quota di 122 per attestarsi nelle ultime ore a 122,60. Tenendo conto della situazione di ipercomprato in cui si sono venuti a ritrovare i principali oscillatori ci possiamo aspettare delle lieve correzioni nel brevissimo. Discese fino a 120 resterebbero tuttavia compatibili con l’ipotesi di realizzazione di un ulteriore segmento rialzista in grado di puntare verso gli obiettivi situati a 127,65, massimi di ottobre 82. Conferme per tali prospettive grafiche arriveranno il superamento di 122,75. Sotto 120 primi timidi segnali di debolezza preludio a un possibile calo a 119,20 e 117 (50% del ritracciamento di Fibonacci dell’ascesa dai bottom dello scorso mese).

Trova articoli per analista

Trova un articolo

IG presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.