Borse faticano a correggere in attesa dei volumi

Le prese di profitto piuttosto limitate in un contesto di scambi ancora limitati.

bg_frankfurt_financial_district_1530935
Fonte: Bloomberg

Provano a prendere fiato i listini europei, dopo la corsa delle ultime settimane. Seppur i volumi rimangono piuttosto contenuti e allineati alla media di periodo, le prese di profitto rimangono contenute. Gli investitori non sembrano temere che il rally, partito a novembre, sia terminato qui e preferiscono rimanere in posizione in attesa di maggiori sviluppi.

A sostenere il mercato in questa fase sembrano essere i dati macro, tutti moderatamente migliori delle attese degli operatori. Gli indici PMI arrivati da Cina, Europa e USA hanno sorpreso in positivo, segnalando a dicembre un’attività economica in rafforzamento un po’ su tutti i fronti.

Segnali incoraggianti sono arrivati anche dall’inflazione, che a dicembre ha accelerato nell’area euro, sino a raggiungere i livelli che non si vedevano da oltre 3 anni. Il dato sui prezzi al consumo ha stupito un po’ tutti, a tal punto da spingere più di qualcuno, come il capo dell’istituto IFO, Clemens Fuest, a ritenere che la Bce dovrebbe terminare il proprio QE già a marzo prossimo (e non a dicembre come annunciato il mese scorso) se i dati macro dovessero continuare a essere incoraggianti.

Considerazioni queste troppo premature, a nostro avviso, dato che gran parte dell’accelerazione dell’inflazione è imputabile a fattori di carattere temporaneo (corsa ai consumi natalizi) e dai prezzi delle materie prime (energetiche in particolare) in forte risalita in scia all'effetto Trump.

Non riteniamo verosimile al momento che la Bce, a distanza solo di un mese dalla revisione del QE, faccia marcia indietro. Probabilmente se la tendenza di dati macro positivi dovesse protarsi per tutto il primo semestre e se il petrolio dovesse superare stabilmente i 60 dollari/barile, qualche modifica in termini di ammontare e durata potrebbe esserci nell'ultimo trimestre dell’anno.

Tornando ai mercati, il quadro rimane rialzista, anche se qualche correzione è in vista dopo un rally così importante. Sul Germany 30, il primo supporto passa a 11.400 punti, livello su cui si è appoggiato più volte nel corso delle ultime due settimane. I livelli successivi sono collocati a 11.150 punti, supporto a metà dicembre e secondo livello di Fibonacci nell’ascesa dell’ultimo mese, e a 11.000 punti, 50% del ritracciamento suddetto. Un cedimento sotto tale riferimento porterebbe a una sensibile perdita di spinta con target 10.830-10.800 punti, resistenza che ha ostacolato l’indice da agosto a dicembre e ultimo ritracciamento di Fibonacci. Il supporto qui è strategico nel medio periodo e potrebbe portare a una pericolosa discesa.

Ger30
Fonte: Piattaforma IG

Un eventuale rimbalzo sopra area 11 mila punti potrebbe aprire a un ritorno di forza, con obiettivi collocati a 12.000 e 12.400 punti, quest'ultimo massimo storico toccato ad aprile 2015.

Inizia a fare trading

Apri un conto e riceverai i segnali di trading dei nostri esperti. Se sei già cliente, effettua il login per richiederli.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Le basi del trading

  • Limiti

    Imparate come aprire e chiudere una posizione, scegliendo tra la semplice contrattazione immediata e le istruzioni impartite automaticamente per negoziare in vostra assenza. Gli ordini possono aiutarvi ad assicurarvi dei profitti o a proteggervi dalle perdite: scopritene i vari tipi e guardate come utilizzarli.

  • Fare Trading con i CFD

    In questa sezione vi presentiamo un'introduzione al trading con i CFD (Contratti per Differenza) e al funzionamento di questo strumento, attraverso esempi e vantaggi nell'operare con i CFD. Inoltre esamineremo i relativi costi e i requisiti di finanziamento.

     

  • Spiegazione sulle azioni

    Senza azioni non esisterebbe alcun mercato azionario, l'elemento vitale per qualsiasi economia nazionale. Scoprite come la negoziazione di titoli consente alle società di espandersi e svilupparsi, rappresentando allo stesso tempo un'importante fonte di guadagno per gli investitori privati e i grandi capitali.

     

IG presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.