Borse avanzano a piccoli passi in attesa delle trimestrali

Il sentiment degli operatori appare più disteso dopo i dati cinesi e in attesa dei conti delle prime banche di Wall Street.

bg_China_Oriental_1621657
Fonte: Bloomberg

Proseguono in positivo le borse europee dopo i dati cinesi della notte. La bilancia commerciale di giugno ha visto il surplus salire a oltre 41 miliardi di dollari. Da rilevare che solo il surplus commerciale verso gli USA si è attestato quasi a 29 miliardi di dollari, nuovo record, grazie principalmente al balzo dell'export. Per ora, gli operatori sembrano apprezzare queste figure, alla luce dei timori sull'economia cinese trapelati dopo le tensioni commerciali degli ultimi mesi. Ad ogni modo, grande attenzione verrà posta anche alla lettura del Pil del 2° trimestre in pubblicazione lunedì.

In realtà, queste figure potrebbero accentuare ancor di più le tensioni tra le prime due economie del mondo, con Trump che potrebbe prenderle come pretesto per strappare un accordo commerciale favorevole agli Stati Uniti ora che le diplomazie dei due Paesi sembrano aprire a un nuovo tavolo di negoziati.

Proprio questo punto ha contribuito al miglioramento del sentiment degli ultimi due giorni, dopo le nuove minacce di Trump di imporre nuovi dazi del 10% a partire da settembre.

Intanto il presidente Usa, in visita in Europa in questi giorni, ha continuato a mettere pressione anche agli altri Paesi. Se nei confronti della Ue è riuscito a strappare una data per un meeting (previsto per fine luglio) proprio per discutere la questione dazi, allo stesso tempo ha puntato il dito contro Theresa May, sostenendo che una soft Brexit potrebbe minare i rapporti tra Usa e UK.

Insomma la questione commerciale appare tutt'altro che risolta e i colloqui diplomatici continueranno a condizionare i mercati per tutta l'estate.

Per ora gli investitori riservano un cauto ottimismo in vista anche dell'imminente partenza della stagione delle trimestrali che vedranno protagoniste oggi i colossi di Wall Street (JP Morgan, Citigroup e Wells Fargo).

Nel complesso, gli operatori sembrano ragionare in questo modo: la partenza dei nuovi dazi Usa è molto lontana (settembre). Nel frattempo c'è tempo per mediare un accordo. Inoltre, i dati Usa degli ultimi mesi creano delle aspettative rosee per le prossime trimestrali, pertanto è difficile andare contro al mercato prima dei dati.

Al momento crediamo che solo dei profit warning delle aziende in scia al maggiore protezionismo potrebbero condizionare negativamente il sentiment del mercato.

Inizia a fare trading

Apri un conto e riceverai i segnali di trading dei nostri esperti.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.