Asta BOT: intero ammontare collocato, rendimento scende allo 0,539%, minimi da maggio

Ennesima asta positiva in Italia che conferma il buon momento del mercato obbligazionario del Bel Paese

 L’agenzia del Tesoro è riuscita ad assegnare sette miliardi di euro in BOT con scadenza a 6 mesi con un rendimento in flessione allo 0,539% dallo 0,629% dell’asta precedente (fine ottobre). Abbastanza bene anche il rapporto di copertura (bid to cover ratio) attestatosi all’1,77, solamente in leggera flessione rispetto all’1,82 di ieri. La domanda in calo è comprensibile visto il forte calo dei rendimenti che rende meno appetibile l’emissione.

Mercati tranquilli che sembrano risentire solamente lievemente delle novità politiche sia in Italia che in Germania. Nel Bel Paese è stata approvata la legge di stabilità con la nuova maggioranza (171 voti a favore al Senato con i senatori del Ncd che hanno votato a sostegno della legge e con quelli di Forza Italia che hanno scelto di votare negativamente). In Germania finalmente il CDU/CSU di Angela Merkel e l’SPD sono riusciti a trovare un accordo per la formazione del nuovo Governo. Consideriamo quest’ultima una buona notizia positiva per l’Europa periferica con un probabile ammorbidimento delle politiche tedesche in materia di salvataggio dei paesi in difficoltà.

Attesa per l’asta di domani di titoli a medio/lungo termine che arriverà dopo il voto sulla decadenza di Silvio Berlusconi.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Queste informazioni sono state preparate da IG, un nome commerciale di IG Markets Limited. Oltre alla liberatoria riportata di seguito, il materiale presente in questa pagina non contiene uno storico dei nostri prezzi di trading, né alcuna offerta o incentivo a operare nell’ambito di qualsiasi strumento finanziario. IG declina ogni responsabilità per l’uso che potrà essere fatto di tali commenti e per le conseguenze che ne potrebbero derivare. Non forniamo nessuna dichiarazione o garanzia in merito all’accuratezza o la completezza delle presenti informazioni, di conseguenza, chiunque agisca in base ad esse, lo fa interamente a proprio rischio e pericolo. Eventuali ricerche fornite non intendono rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non sono state condotte in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e, pertanto, devono essere considerate come una comunicazione di ambito marketing. Anche se non siamo sottoposti ad alcuna limitazione specifica rispetto alla negoziazione sulla base delle nostre stesse raccomandazioni, non cerchiamo di trarne vantaggio prima che queste vengano fornite ai nostri clienti.

I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva. 79% dei trader al dettaglio incorrono in perdite quando fanno trading con IG. Vi preghiamo di verificare le vostre conoscenze in merito al funzionamento dei CFD e la vostra disponibilità ad utilizzare i CFD dato l’elevato rischio di perdita. I CFD sono strumenti complessi che comportano un rischio di perdita elevato dovuto alla leva.