Apple in flessione nelle contrattazioni pre-market. Deludono le prospettive future

Il gigante tech ha pubblicato ieri sera le cifre trimestrali. Deludono le prospettive sul prossimo trimestre

bg_apple_1397191
Fonte Bloomberg

Apple ha comunicato che nel trimestre i ricavi sono saliti a 75,9 mld di dollari, nuovo record trimestrale. I profitti si sono attestati a 18,4 mld di dollari con l’EPS (earning per share) a 3,28 dollari per azione, che ha battuto le attese del consensus (fissate a 3,23 dollari per azione).

Le vendite di iPhones sono state pari a 74,8 mln di unità, leggermente inferiori alle aspettative del mercato (75 mln). Per quanto concerne gli altri prodotti nel trimestre sono stati venduti 16,12 mln di iPad (attese 17,3 mln) e 5,31 mln di Mac (consensus 5,8 mln).

Particolarmente deludenti sono le prospettive sul prossimo trimestre. Il giro d’affari nel trimestre gennaio-marzo dovrebbe attestarsi nel range 50-53 mld di dollari, peggiore delle aspettative del consensus.

Nonostante il record sul fatturato trimestrale ci sono molti timori sulle cifre pubblicate da Apple. Se le vendite di iPhones rimangono molto consistenti, situazione molto complessa per gli altri devices della casa di Cupertino. Le vendite di iPad sono scese del 25% anno su anno. Nello stesso periodo del 2014 il gigante tech era riuscito a distribuire 24,4 mln di iPad contro i 16,1 dell’ultimo periodo. A rendere tali cifre ancora più deludenti bisogna ricordare come nell’ultimo quarter sia stato lanciato l’iPad Pro che avrebbe dovuto rilanciare le vendite.

Apple sta affrontando diversi fattori negativi. Da un punto di vista industriale mancano nuovi prodotti innovativi. Le ultime novità (Apple Watch e iPad Pro) hanno particolarmente deluso nelle vendite. Da un punto di vista economico il forte rallentamento dell’economia cinese e la crisi dei paesi emergenti ha inevitabilmente colpito il giro d’affari del colosso tech

Graficamente Apple ha evidenziato un forte ribasso dopo i conti. Nelle contrattazioni pre-market della piattaforma IG, Apple scende di quasi 3 punti percentuali a 96,20 dollari. L’eventuale cedimento del supporto strategico a 92,20 potrebbe peggiorare ulteriormente l’impostazione tecnica del titolo, condizione che creerebbe i presupposti per una discesa in direzione degli obiettivi short a 80 dollari. Segnali positivi solamente sopra 103.

 

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Le basi del trading

  • Che cos'è un ETP?

    Scoprite come gli ETP (Exchange Traded Products, ossia prodotti a indice quotati) riuniscono le migliori qualità di diversi veicoli d'investimento. Studiate i vari tipi di ETP e la vasta gamma di mercati sui quali potete negoziare.

  • Driver dei mercati delle commodities

    Quali componenti essenziali per la produzione di tutti gli altri beni, le commodities (o materie prime) sono di vitale importanza per le moderne economie. Scoprite come queste risorse naturali, volatili eppure inestimabili, si collocano nel più ampio mondo del trading.

  • Prezzi

    Senza azioni non esisterebbe alcun mercato azionario, l'elemento vitale per qualsiasi economia nazionale. Scoprite come la negoziazione di titoli consente alle società di espandersi e svilupparsi, rappresentando allo stesso tempo un'importante fonte di guadagno per gli investitori privati e i grandi capitali.

IG presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.