S&P500 da record su debolezza economia Usa

Chiusura sui nuovi massimi per l’S&P500, nonostante i recenti dati macro arrivati dagli Stati Uniti siano piuttosto deludenti.

bg_wall street new 1
Fonte: Bloomberg

Tra gli investitori iniziano a diffondersi timori di una persistente debolezza dell’economia anche nel secondo trimestre, dopo il forte rallentamento accusato nei primi tre mesi dell’anno.

Le borse sembrano apparentemente non sortire nessun effetto di questo rallentamento. In realtà sono proprio questi dati deboli ad alimentare i nuovi acquisti in borsa, attraverso un duplice effetto sul mercato:

  1. uno diretto, dovuto all’aspettativa crescente di uno slittamento del rialzo dei tassi di interesse da parte della Fed. In questo momento i future sui Fed Fund prezzano un rialzo dei tassi solo a dicembre;
  2. uno indiretto, che si trasmette attraverso i mercati valutari. I dati deboli portano a delle vendite sul dollaro (non solo per effetto di un ritardo di rialzo dei tassi di interesse) e alimenta così di una ripresa dell’export dopo il crollo degli ultimi mesi. Gli investitori pertanto scontano l’aspettativa di maggiori utili futuri per le aziende americane.

Cosa aspettarsi? L’impressione generale è che l’economia Usa rimarrà fragile ancora per un po’ e questo dovrebbe mantenere il dollaro ancora debole verso le altre valute mondiali. Sulla base di ciò, i listini azionari dovrebbero continuare a salire. Lo spazio di risalita rimane però abbastanza contenuto e la volatilità dovrebbe rimanere ancora sostenuta.

I primi target per l’indice rimangono a 2.250 punti, ovvero l’altezza del triangolo rialzista riportata sul punto di break out (2.125 punti). Il primo supporto transita, invece, per area 2.070 punti, dove passa la trend line che congiunge i minimi crescenti del 2015. Il cedimento di questo livello aprirebbe a una discesa verso verso 2.040 punti, minimi di marzo, e poi a 1.980, bottom da inizio anno.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Le basi del trading

  • Tipologie di ETP

    Scoprite come gli ETP (Exchange Traded Products, ossia prodotti a indice quotati) riuniscono le migliori qualità di diversi veicoli d'investimento. Studiate i vari tipi di ETP e la vasta gamma di mercati sui quali potete negoziare.

  • Spiegazione sugli indici

    Scoprite la finalità degli indici azionari e come questi vengono elaborati. Imparate come ottenere una posizione su questi mercati volatili avvalendovi di uno dei prodotti di trading più diffusi al mondo.

  • Dividendi

    Senza azioni non esisterebbe alcun mercato azionario, l'elemento vitale per qualsiasi economia nazionale. Scoprite come la negoziazione di titoli consente alle società di espandersi e svilupparsi, rappresentando allo stesso tempo un'importante fonte di guadagno per gli investitori privati e i grandi capitali.

IG presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.