Eur/Usd: dollaro debole dopo minute FOMC abbastanza dovish

Il cambio tra l’euro e il dollaro evidenzia un movimento rialzista importante nelle ultime ore ritornando al di sopra di 1,3860

A sostenere il cross è la debolezza del biglietto verde legata alla pubblicazione dei verbali dell’ultimo meeting (18-19 marzo) della commissione operativa della FED (il FOMC, Federal Open Market Committee). Nelle minute non si ritrovano i commenti “hawkish” che aveva espresso il governatore della FED, Janet Yellen, nella conferenza stampa successiva alle decisioni di politica monetaria. Non si ritrova infatti alcun accenno a un possibile aumento dei tassi d’interesse 6 mesi dopo la fine del piano di quantitative easing. Il dollar index ha mostrato un forte calo da 79,80 a 79,50 punti.

Dal punto di vista tecnico il cross EUR/USD ha segnato nuovi massimi mensili a 1,3870 e sembra intenzionato a puntare i prossimi obiettivi posizionati a 1,3895, picco del 27 dicembre 2013, e 1,3967, massimo del 13 marzo e riferimento strategico non solo in ottica di breve periodo. Segnali negativi giungeranno invece con il cedimento dei supporti compresi tra 1,37 (supporto dinamico rappresentato dalla trendline rialzista partita dai bottom della scorsa estate) e 1,3673 (minimo di aprile).

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Le basi del trading

  • Fare trading con le azioni

    Senza azioni non esisterebbe alcun mercato azionario, l'elemento vitale per qualsiasi economia nazionale. Scoprite come la negoziazione di titoli consente alle società di espandersi e svilupparsi, rappresentando allo stesso tempo un'importante fonte di guadagno per gli investitori privati e i grandi capitali.

  • Leva e rischio

    Imparate come utilizzare la leva finanziaria per ottenere una maggiore esposizione sul mercato a fronte di un esborso iniziale relativamente contenuto. Spiegheremo quanto sia importante utilizzarla con cautela, poiché se da una parte può amplificare i vostri profitti dall'altra può comportare un incremento del vostro rischio di perdita.

  • Dividendi

    Senza azioni non esisterebbe alcun mercato azionario, l'elemento vitale per qualsiasi economia nazionale. Scoprite come la negoziazione di titoli consente alle società di espandersi e svilupparsi, rappresentando allo stesso tempo un'importante fonte di guadagno per gli investitori privati e i grandi capitali.

IG presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.