Eur/Aud torna a mettere pressione a 1,42

Perde terreno nei confronti delle principali valute il dollaro australiano dopo il nulla di fatto arrivato dalla Banca centrale del paese (Reserve Bank of Australia, RBA) nella notte.

A pesare sulla divisa australiana sembrano essere più i commenti arrivati del comunicato che la decisione di lasciare i tassi fermi al 2,5%. L’aussie rimane ancora “scomodamente sovra prezzato” nei confronti delle altre valute e questo potrebbe avere effetti negativi su una economia così volta all’export. Anche l’Eur/Aud ha risentito inizialmente del comunicato, salvo poi riprendere la fase discendente avviata dai massimi della scorsa settimana (1,4530). Dal punto di vista tecnico, il cross sta tornando ora a mettere pressione ai minimi di ieri in area 1,42-1,4195, dopo che nella notte si è spinto sino 1,4265 nel tentativo di chiudere il gap down apertosi domenica. Per ora, una discesa al di sotto di 1,4195 potrebbe spingere il cross a mettere pressione ai minimi di ottobre a 1,4125. Sarà solo il cedimento di quest’ultimo livello a riportare le quotazioni verso i minimi di inizio estate a 1,3830, dove passa ora anche la media mobile a 200 giorni. In questo momento, tentativi di recupero potrebbero trovare una prima resistenza a 1,4290-1,43, dove si chiuderebbe il gap apertosi a inizio settimana. Il superamento sarebbe di tale riferimento getterebbe le basi per un allungo più solido in direzione di 1,4385, ultimi picchi della seduta di fine ottobre.

Trova articoli per analista

Trova un articolo

Le basi del trading

  • Introduzione ai CFD

    In questa sezione vi presentiamo un'introduzione al trading con i CFD (Contratti per Differenza) e al funzionamento di questo strumento, attraverso esempi e vantaggi nell'operare con i CFD. Inoltre esamineremo i relativi costi e i requisiti di finanziamento.

  • Trend

    Scoprite come gli analisti utilizzano i grafici per studiare il comportamento degli investitori e comprendere i pattern del mercato. Imparate a usare i vari tipi di grafici e a identificare i pattern di prezzo in formazione.

  • Supporto e resistenza

    Scoprite come gli analisti utilizzano i grafici per studiare il comportamento degli investitori e comprendere i pattern del mercato. Imparate a usare i vari tipi di grafici e a identificare i pattern di prezzo in formazione.

IG presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.