Oro vola ai massimi da 3 settimane su tensioni Ucraina

Proseguono gli acquisti sull’oro in scia al ritorno delle tensioni in Ucraina. 

L’ultimato lanciato ai ribelli da parte di Kiev è scaduto questa mattina. Si attendono ora sviluppi da parte del presidente, Oleksandr Turcinov, che ha annunciato di voler avviare un’operazione antiterrorismo su larga scala nella parte orientale del Paese. Il livello di allerta rimane alto. L’attacco ai ribelli filo-russi da parte dell’Ucraina potrebbe richiamare le attenzioni di Putin, deciso a difendere i concittadini in terra straniera.

In un simile contesto, l’avversione al rischio sul mercato, dopo il risk off dei giorni scorsi, rimane altissima. Il metallo prezioso ha aggiornato nella notte i nuovi massimi dal 24 marzo scorso, toccando i 1.332 dollari/oncia.

Dal punto di vista tecnico, il metallo ha aperto la settimana con un ampio gap rialzista, che ha chiuso poi nel corso della seduta. Il grafico rimane rialzista, nonostante la violenta correzione avviata dai massimi di marzo (a 1.390 dollari). Il supporto a 1.275 dollari ha dimostrato ancora una volta di essere molto forte e ha dato spazio al rimbalzo. Il metallo giallo potrebbe accelerare in direzione della resistenza posta a 1.355-1.360 dollari. Il target successivo rimane sui picchi di marzo, al ridosso della soglia dei 1.400 dollari. Solo una perentoria vittoria di questa resistenza, però, getterebbe le basi per un allungo verso 1.435 dollari, top di agosto 2013.

L’incapacità di sfondare i 1.325 dollari, dove passa ora la media mobile a 200 giorni, potrebbe richiedere un test temporaneo ai 1.308 dollari. Solo un cedimento di questo livello riporterebbe l’incertezza, con le quotazioni che potrebbero tornare verso i minimi di inizio mese a 1.275, supporto strategico nel medio-lungo periodo. 

Spot Gold (-)

IG Bank S.A. presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG Bank S.A. non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.