Oro riprende quota e snobba Banche centrali

Il prezzo del metallo giallo è tornato ai livelli di fine giugno, superando quota 1.240 dollari l’oncia.

bg_gold_1281125
Fonte: Bloomberg

Cerca il riscatto l'oro dopo i cali collezionati a giugno. A penalizzare il metallo prezioso nelle ultime settimane sono stati i toni da falco assunti da diverse Banche centrali, che in modo quasi corale hanno spostato l'attenzione verso un prossimo rialzo dei tassi d'interesse. I recenti dati sotto le attese, soprattutto sul fronte inflazione, e le incertezze politiche che ruotano attorno a Trump stanno alimentando dubbi sull'effettiva capacità delle Banche centrali di procedere in tal senso.

Il recupero dell'oro è stato accentuato anche dal forte deprezzamento del biglietto verde dovuto alle incertezze sopra esposte. Continuiamo ad essere positivi sul metallo giallo per il resto dell'anno, con possibili target collocati sui massimi di giugno e poi verso i picchi dell'estate scorsa.

Graficamente, il balzo delle ultime due sedute ha riportato i prezzi sopra la trend line che ha fatto da supporto nei primi sei mesi dell'anno, violata solo a fine giugno. La prima resistenza è dettata dalla trend line ribassista che unice i massimi di agosto 2016 con quelli di aprile scorso, ora in transito a 1.270 dollari. Il vero ostacolo è a 1.295 dollari, livello testato ben due volte in questo 2017 (aprile e giugno). Oltre tale livello si spalancherebbero le porte per un raggiungimento almeno di 1.375 dollari, massimi assoluti del 2016.

Indicazioni ribassiste si avrebbero sotto 1.200 dollari, livello avvicinato la scorsa settimana. Questo configurerebbe i picchi a 1.295 dollari come un doppio massimo. Le vendite potrebbero accentuarsi, aprendo a un ritorno verso 1.120 dollari/oncia.

Spotgold_18
Fonte: piattaforma IG

Inizia a fare trading

Apri un conto e riceverai i segnali di trading dei nostri esperti.

IG Bank S.A. presta servizi di “execution-only” ovvero di mera esecuzione di ordini senza consulenza. Le informazioni presenti in questo sito non contengono (e non si deve in alcun modo supporre che contengano) raccomandazioni o consigli in ambito di investimenti, né uno storico dei nostri prezzi di negoziazione, né un’offerta o un sollecito a intraprendere un’operazione su un certo strumento finanziario. IG Bank S.A. non può essere ritenuta in alcun modo responsabile per l’uso che si possa fare delle informazioni qui contenute e degli eventuali risultati che si potrebbero generare in base all’impiego di tali informazioni. Non si assicura inoltre l’accuratezza e la completezza delle suddette informazioni, che pertanto vengono usate e interpretate a proprio rischio. La ricerca inoltre non intende rispondere alle esigenze o agli obiettivi di investimento di un soggetto in particolare e non e’ stata condotta in base ai requisiti legali previsti per una ricerca finanziaria indipendente e pertanto deve essere considerata come una comunicazione in ambito di marketing. La presente comunicazione non può essere in alcun modo riprodotta e distribuita.